EIT DIGITAL CHALLENGE

Startup europee in gara. In palio c’è il mercato internazionale

Al via la terza edizione di Eit Digital Challenge 2016. Andrea Conti: “In Italia boom di nuove imprese, che ora devono guardare all’estero”

26 Mag 2016

A.S.

Identificare una nuova generazione di startup e supportarle nello sviluppo del loro business: è l’obiettivo del concorso pan-europeo per startup “Eit digital challenge”, che con il 2016 arriva alla sua terza edizione. Cinque le categorie all’interno delle quali le startup con sede nei paesi dell’Unione Europea possono presentare le loro tecnologie digitali innovative: Industria digitale, città digitali, benessere digitale, infrastruttura digitale e finanza digitale.

I tre migliori team di ciascuna categoria avranno accesso alla rete di innovazione pan-europea di Eit Digital, composta da più di 130 partner che raggruppano imprese, Pmi, startup, università e istituti di ricerca nel campo della tecnologia digitale tra i più importanti d’Europa. Queste startup avranno inoltre l’opportunità di unirsi all’Eit Digital Accelerator per un anno. I vincitori di ciascuna categoria riceveranno inoltre un premio di 50mila euro.

Tavola rotonda 28 ottobre
Education: soluzioni concrete per una reale didattica integrata e una formazione completa
Digital Transformation
Open Innovation

“L’Italia è un paese che in questi ultimi anni ha visto un vero e proprio boom nell’ecosistema delle startup – spiega Andrea Conti, Business Developer Eit Digital – Per una crescita organica e strutturata è fondamentale che queste imprese abbiano una vocazione chiara verso l’internazionalizzazione. Eit Challenge, che ha contato quasi 1.300 partecipanti da tutta Europa nelle prime due edizioni, è un’opportunità che le startup italiane devono continuare a cogliere per confermare e migliorare i risultati che l’ecosistema nazionale ha conseguito finora con 21 finaliste e 6 società vincitrici. Queste ultime, grazie al supporto dell’Eit Digital Accelerator, in tempi brevi stanno raggiungendo significativi risultati offrendo i propri prodotti e servizi sui principali mercati di tutta Europa”.

“Le startup europee si trovano davanti una serie di barriere, come la natura estremamente frammentata del mercato europeo e del panorama degli investitori – sottolinea Willem Jonker, Ceo di Eit Digital – È fondamentale aiutare attivamente le startup in modo da far sì che l’innovazione europea ricopra un ruolo preminente a livello globale. Con il nostro Acceleratore, supportiamo inoltre le scaleup in fase preliminare offrendo accesso a nuovi mercati e clienti, oltre che a risorse finanziarie, mettendo a frutto la nostra rete di investitori pan-europea”.

Argomenti trattati

Approfondimenti

S
startup
W
willem jonker