Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Else, lo smartphone Linux alternativo agli Android

Messo a punto dalla nipponica Access

26 Ott 2009

Mentre la maggior parte dei
costruttori di smartphone approfitteranno delle prossime festività
natalizie per lanciare i loro nuovi device Windows Mobile o
Android, c'è chi si differenzia: Access – la società
giapponese che ha acquistato Palmsource, sviluppatrice di Palm OS
– e l'israeliana Emblaze Mobile si sono associate per
lanciare il primo smartphone basato sulla Access Linux Platform
(ALP), che è stato presentato nei giorni scorsi in Giappone e
battezzato con il nome di “Else”.

Basato sulla piattaforma erede di Palm OS nella versione 3.0, Else
possiede uno schermo tattile da 3,47” per una risoluzione di 854
x 480 pixels, una fotocamera da 5 Megapixels e 16GB di memoria
interna. Caratterizzato esteticamente da un form factor di tipo
monoblocco (115,6 x 56,6 x 13 mm), il nuovo device compatto
motorizzato da Access supporta la connettività Bluetooth, include
un modulo GPS ed un processore TI OMAP 3430.

Compatibile con i file media MPEG-4 ed MP3 ma dotato anche del
supporto di Flash Lite 3.1, il nuovo terminale è previsto per
essere lanciato in commercio a partire da fine mese in
Giappone.

Particolarità del device, rispetto alla piattaforma ALP
“standard” sarebbe l'interfaccia tattile realizzata insieme
ad Emblaze, denominata “Else Intution”, gestibile interamente
con le dita in modo – secondo le aziende – incredibilmente
intuitivo.

L'ambizione di questo nuovo device è molto elevata: secondo
l'annuncio dei produttori, il terminale sarebbe il primo
terminale “universale” in grado di rimpiazzare e racchiudere in
un solo oggetto una vera fotocamera digitale, un navigatore
satellitare, un riproduttore mp3, ed uno smartphone con connessione
email push.