Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Emc “rivoluziona” lo storage con 40 novità tecnologiche

Piattaforme e funzionalità hardware anche per le piccole e medie imprese. Il Ceo Tucci: “Evoluzione verso il cloud e i big data”

18 Gen 2011

Uno storage tutto nuovo targato Emc. La società ha lanciato una
serie di piattaforme e funzionalità hardware, con oltre 40 novità
tecnologiche e di prodotto, che comprendono nuovi array per piccole
e medie imprese, nuovi sistemi “Unified Storage” per il mercato
midrange, nuovi software per i sistemi high-end e nuovi sistemi
disk-based per indirizzare le operazioni di Backup, Recovery e
Archiviazione.

“Oggi Emc raddoppia su quello che è il suo tradizionale campo
d’azione, lo storage”, afferma Joe Tucci, Ceo
e Chairman di Emc – Le tecnologie, i casi di uso, modelli di
utilizzo: tutto sta cambiando e gli annunci di oggi ci mettono
nella posizione ideale per sfruttare al meglio le tendenze che
stanno caratterizzando il mondo dell’IT, in particolare
l’evoluzione verso il cloud computing e i Big Data.”
Il sistema storage Emc Vnx (array unified storage), progettato
specificatamente per le Pmi e offerto dai partner commerciali Emc
può essere configurato in pochi minuti da personale IT senza
conoscenze specifiche, per supportare server virtuali e centinaia
di utenti email. Questo sistema, semplice e conveniente, offre
avanzate tecnologie storage con un’interfaccia intuitiva e di
facile utilizzo per installazione, gestione e manutenzione. Il
prezzo base è sotto i 10.000 dollari.

La nuova famiglia unified storage Emc Vnx racchiude, inoltre, il
meglio dei sistemi storage area network (San) Clariion e dei
sistemi di network attached storage (Nas) Celerra, entrambi leader
nei rispettivi segmenti, in un’unica famiglia unified storage,
potente e di facile gestione, con array 3 volte più veloci e
dotati di tutte le funzionalità dei loro predecessori.
Innovative tecnologie software, invece, per i sistemi Emc Symmetrix
Vmax, in grado di facilitare la gestione, automatizzare la
movimentazione automativa delle informazioni ed accrescerne la
potenza abilitando il supporto di petabyte di informazioni e oltre
5 milioni di macchine virtuali. Tra le numerose nuove
funzionalità, vi è una versione avanzata del software Fast (fully
automated storage tiering), in grado di ottimizzare automaticamente
il posizionamento dei dati in relazione al loro reale utilizzo;
nuove funzionalità di virtualizzazione, sicurezza e federazione;
un nuovo sistema operativo che arriva a raddoppiare le performance
di sistema.

Infine nuove funzionalità di backup e archiviazione firmate Data
Domain, compresi i più veloci sistemi di backup del mercato e
nuovi sistemi Data Domain Archiver, i primi sistemi di
deduplicazione del mercato progettati esclusivamente per una
conservazione disk-based di lungo periodo dei backup.

“L'annuncio odierno di Emc è un altro esempio di come i
player del settore storage stiano cercando di rincorrere NetApp –
commenta Manish Goel, executive vice president of
Products at NetApp – Mentre essi cercano di colmare le lacune
esistenti nella loro gamma di prodotti per tenere il passo, NetApp
continua a guadagnare quote di mercato attraverso l'innovazione
e l'offerta di soluzioni fondate su un'unica architettura
unificata e ottimizzata per le infrastrutture condivise. NetApp ha
individuato prima degli altri la tendenza in rapida crescita del
mercato verso le infrastrutture virtuali e continuerà a
collaborare con i clienti per aiutarli a raggiungere maggiore
flessibilità, efficienza e successo nelle loro attività. Tutto
ciò grazie a NetApp”.