Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA PRESENTAZIONE

Enel battezza “Open meter”, il contatore 2.0

Il dispositivo progettato dall’architetto Michele De Lucchi sarà installato in 32 milioni di case e aziende a partire dall’autunno. Livio Gallo: “Così abilitiamo la smart home”

27 Giu 2016

A.S.

Ispirato al concetto di energia aperta, accessibile, tecnologicamente all’avanguardia e sostenibile, è stato presentato alla triennale di Milano Enel Open Meter, lo smart meter di seconda generazione dell’azienda elettrica. Il dispositivo verrà installato in 32 milioni di case ed aziende a partire dall’autunno e sostituirà il contatore elettronico di prima generazione, subentrato a partire dal 2001 a quello elettromeccanico.

A presentare il nuovo modello di contatore Livio Gallo, direttore della divisione globale Infrastrutture e Reti di Enel e l’architetto e designer Michele De Lucchi, ideatore 15 anni fa del primo contatore elettronico di Enel e oggi anche di quello di seconda generazione.

Michele De Lucchi e Livio Gallo“Enel Open Meter ha un design lineare ed essenziale in tutti gli elementi fondamentali, come l’interruttore e il display, che ne riflette le caratteristiche di precisione e affidabilità – sottolinea Gallo – Il nuovo contatore è un dispositivo capace di sintetizzare la qualità del servizio con l’innovazione tecnologica e di abilitare la smart home dei nostri clienti”.

“Per un designer progettare un contatore è una cosa molto particolare – aggiunge De Lucchi – perché è un oggetto che per anni rappresenta l’azienda e fa da interfaccia con i clienti. Oltre alle funzionalità tecniche è fondamentale la sua forza simbolica. E disegnare oggetti che devono vivere per tanto tempo è una grande sfida. Per questo mi sono avvalso anche dell’aiuto di un team di giovani designer e della loro sensibilità nuova per capire i bisogni della collettività”.

Il contatore di seconda generazione, si legge in una nota di Enel, è il risultato di un percorso che tiene conto di quanto avvenuto negli ultimi anni sul mercato e dell’evoluzione tecnologica nel campo della misura e della telegestione. Enel Open Meter si attiene alle specifiche per i nuovi misuratori previste dalla delibera 87/2016 dell’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico, che ha stabilito anche una serie di indicatori di performance.

Tra le caratteristiche innovative del nuovo smart meter, il cambio di fornitura più veloce, il superamento delle fasce orarie predefinite, la disponibilità di dati sul comportamento energetico per un maggiore risparmio. La rilevazione dei dati del cliente ogni 15 minuti, ad esempio, permetterà di avere un quadro sempre più aggiornato dei prelievi di energia giornalieri e dei comportamenti di consumo dei clienti, sempre più consapevoli e attenti a una maggiore efficienza energetica.

Argomenti trattati

Approfondimenti

E
enel
L
livio gallo
M
Michele De Lucchi

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link

Articolo 1 di 2