Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Enel, St e Sharp: Catania regina del fotovoltaico

I chip “sposano” il solare. Nasce il più grande impianto di pannelli innovativi d’Italia. Con l’ambizione di battere la concorrenza cinese

08 Lug 2011

È la più grande fabbrica di pannelli fotovoltaici e una delle
maggiori in Europa. È stata inaugurata oggi a Catania ed è frutto
di una joint venture paritetica tra Enel Green Power, Sharp e
STMicroelectronics. 3Sun, così è stata battezzata la società,
occuperà nella fase iniziale 280 dipendenti diretti ed altrettanti
nell’indotto con l’ambizione, come ha spiegato
l’amministratore delegato dell’Enel Fulvio Conti, “di essere
un player di referimento nella crescente industria solare”. Si
partirà con una capacità produttiva di pannelli solari innovativi
per 160 MW l’anno che potrà essere incrementata a 480 MW nei
prossimi anni.

L’industria dei pannelli solari, a dire il vero, negli ultimi
anni ha conosciuto la prorompente avanzata dei prodotti cinesi
tanto che la forte crescita dell’industria del solare in Italia
ha di fatto favorito sino ad ora i costruttori di pannelli cinesi.
Risultato un po’ paradossale visto che sono stati proprio gli
incentivi pubblici, pagati dagli italiani in bolletta, a dare un
contributo decisivo al boom del mercato dell’energia
fotovoltaica.
Da questo punto di vista, 3Sun, che ha comportato sinora un
investimento di oltre 400 milioni di euro, rappresenta la risposta
italiana ad una competizione con i cinesi che non vuole essere
soltanto di prezzo, ma soprattutto di superiorità tecnologica e di
efficienza energetica. Anche perché le prospettive di mercato di
3Sun non sono soltanto italiane ma anche, “mediorientali e
africane” come ha spiegato Francesco Starace, amministratore
delegato di Enel Green Power.

Ognuna delle tre aziende mette nella joint venture le proprie
eccellenze tecnologiche. Sharp – ha spiegato il presidente
Katsuhiko Machida – la sua tecnologia esclusiva nei film sottili
multigiunzione oltre alla sua rete commerciale internazionale; Enel
Green Power le indubbie competenze nel mercato delle energie
rinnovabili, nella progettazione, costruzione e gestione degli
impianti di produzione energetica e la rete vendita nel mercato
retail italiano.

Quanto a StMicroelectronics, che conferma in tal modo il suo
interesse per l’area catanese nonostante le difficoltà degli
ultimi anni, mette nel basket dell’alleanza capacità
manifatturiere, personale specializzato ed il sito industriale
(115.000 metri quadri di superficie utile, un tempo previsti per la
propria produzione di chip). “La microelettronica ed i
semiconduttori possono dare un contributo molto importante per
incrementare l’efficienza degli impianti energetici e assicurare
la gestione delle smart power che avranno una parte sempre più
importante nel futuro del sistema elettrico”, spiega Carlo
Bozotti, presidente e ceo di STMicroelectronics.
Il nuovo stabilimento, costruito a tempo di record in neanche un
anno, è stato finanziato mediante una combinazione di capitale
proprio, finanziamenti del CIPE (ha stanziato 49 milioni di euro) e
project financing con tre primari istituti di credito: Banca IMI,
Centrobanca e Unicredit.

In base all’accordo firmato ad agosto 2010, ognuno dei tre
partner ha sottoscritto un terzo del capitale – con un impegno di
70 milioni di euro ciascuno – in cash o in asset materiali e
immateriali – apportando inoltre le proprie specifiche
competenze.

La produzione della fabbrica sarà destinata a soddisfare la
domanda dei mercati del solare di Europa, Medioriente e Africa,
avvalendosi sia di progetti in sviluppo, sia delle reti di vendita
di Sharp ed Enel Green Power.
A questo proposito, Enel Green Power e Sharp hanno costituito una
seconda joint venture, ESSE (Enel Green Power & Sharp Solar Energy)
per sviluppare, costruire e gestire impianti fotovoltaici per oltre
500 MW nell’area EMEA, entro il 2016, utilizzando i pannelli
prodotti dalla fabbrica di Catania, che serviranno anche per
l’impianto da 1 MW che ESSE realizzerà proprio sul tetto del
nuovo stabilimento.

Anche Enel.si, la società di Enel Green Power specializzata
nell’installazione di impianti fotovoltaici sul mercato retail,
parteciperà alla commercializzazione, offrendo i pannelli
attraverso la propria rete in franchising composta da oltre 570
installatori qualificati distribuiti su tutto il territorio
italiano.