Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L'INIZIATIVA

Energy e digitale, anche Agid fra i partner del super-progetto europeo Elise

Collaborazione multilaterale all’interno dell’Energy Pilot. Obiettivo lo sfruttamento di informazioni geospaziali nella gestione delle strategie dell’Unione europea nel campo dell’efficienza e del risparmio energetico

06 Giu 2019

L. O.

Dati e tecnologie geospaziali al servizio dell’efficienza energetica. E’ l’obiettivo della partnership siglata fra l’Agenzia per l’Italia Digitale e il Centro Comune di Ricerca – Joint Research Centre – della Commissione Ue. L’accordo si inquadra nell’ambito della Elise Energy Pilot (European Location Interoperability Solutions for e-Government) del programma europeo ISA2. Si punta a dimostrare che un’informazione geospaziale accurata e interoperabile può ridurre gli ostacoli incontrati da pubbliche amministrazioni, aziende e cittadini coinvolti a vari livelli nel ciclo di vita delle politiche energetiche.

L’accordo è stato sottoscritto anche da altri sei partner europei: De Dienst voor het Kadaster en de Openbare Registers (Paesi Bassi), Hochschule fur Technik Stuttgart (Germania), Centre International de Mètodes Numèrics a l’Enginyeria (Spagna), Stichting Saxion (Paesi Bassi), Fundacion Cartif (Spagna) e Ente publico Regional de la Energia de Castilla y Leon (Spagna).

La best practice, fa sapere Agid, “è rappresentata dal progetto Pell (Public Energy Living Lab)” firmato dall’Enea: si tratta di una piattaforma software verticale che, su scala nazionale, realizza un sistema di valutazione delle prestazioni delle infrastrutture pubbliche energivore. Il Pell è lo strumento operativo per eccellenza per innovare il processo gestionale di una delle infrastrutture più strategiche alla rigenerazione urbana in chiave Smart City e per supportare la digitalizzazione della pubblica amministrazione.

Su richiesta dell’Enea, Agid è intervenuta per la definizione del modello dati di riferimento del progetto, in modo da garantire la conformità tra le banche dati georeferenziate, attraverso l’integrazione semantica e strutturale della tematica illuminazione pubblica con il Sinfi (Sistema Informativo Nazionale Federato delle Infrastrutture), nel contesto più generale rappresentato dalle regole di implementazione della direttiva Inspire e quelle sui database geotopografici.

Le specifiche del modello dati, pubblicate sul sito del Repertorio Nazionale dei Dati Territoriali, sono utilizzate anche da Consip sul Mepa come base per il censimento e il monitoraggio dei consumi e la quantificazione dei risparmi.

Sul tema, il 27 giugno 2019 Enea ha organizzato il convegno “Innovazione digitale del processo di rigenerazione urbana – Illuminazione pubblica e Public Energy Living Lab”, nel corso del quale sarà presentato il progetto Pell.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

A
Agid

Approfondimenti

A
agid
E
Energy
E
europa

Articolo 1 di 4