Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Etica e sicurezza informatica nell’era digitale

Convegno sulla collaborazione in rete e la necessità di rendere sicuri gli spazi condivisi: veri e propri luoghi nei quali Istituzioni aziende e privati comunicano, lavorano e vivono. Appuntamento il 9 giugno, a partire dalle 8:30, al centro congressi Augustinianum in Città del Vaticano, in via Paolo VI 25

03 Giu 2015

L’anno passato, nella prima edizione dell’appuntamento, il tema era la necessità di una maggiore consapevolezza professionale e culturale della dimensione sociale e soprattutto delle implicazioni etiche delle nuove tecnologie dell’informazione e comunicazione. I temi di confronto della seconda edizione sono la collaborazione in rete e la necessità di rendere sicuri questi spazi condivisi che diventano veri e propri luoghi nei quali Stato, istituzioni, ospedali, aziende e privati cittadini comunicano, lavorano e vivono. “Affinché questo possa accadere – spiegano gli organizzatori – sono necessarie infrastrutture di base, quali banda larga, accessibilità a internet per tutte le fasce della popolazione, sistemi e piattaforme di collaborazione basate su sistemi open source, accessibili a tutti, anche a popolazioni più disagiate”.

Ad aprire i lavori sarà Federico Piana (Radio Vaticana Italia). Previsti gli interventi di G. Andrea Farina, presidente del gruppo Itway, monsignor Giuseppe Antonio Scotti, segretario aggiunto pontificio del consiglio Comunicazioni Sociali, Loredana Mancini, direttore operation e Chief innovation officer in Business-e, Roberto Baldoni, direttore del laboratorio nazionale di Cyber Security Cini, monsignor Anthony G. Kollamparampil, della congregazione per il culto divino e la Disciplina dei Sacramenti, Stefano Quintarelli (Sc), parlamentare e presidente del Comitato di indirizzo di Agid, Ferdinando Torazzi, regional director Italy & Greece in Intel Security. A chiudere la mattinata la tavola rotonda sui modelli di sicurezza e etica, coordinata dall’economista Mario Dal Co con la partecipazione tra gli altri di Piera Magnatti (Nomisma) e Romano Stasi, segretario generale ABI-Lab

Nel pomeriggio sono in programma gli interventi di Raffaele Olivieri, comandante del Nucleo Comando del Reparto Tecnologie Informatiche (R.T.I.) del Raggruppamento Carabinieri Investigazioni Scientifiche di Roma, Maurizio Mensi, ordinario di Diritto pubblico dell’economia della Ssef, Scuola Superiore dell’economia e delle Finanze, e la Tavola Rotonda sul punto di vista della Pubblica Amministrazione coordinata Loredana Mancini, direttore operation e Chief innovation officer in Business-e, con la partecipazione di Sabrina de Camillis, consigliere del Ministero dell’Interno e Cosimo Ferri, Sottosegretario al ministero della Giustizia