Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

MERCATO UNICO DIGITALE

Europarlamento: musica online, più facile la concessione dei diritti

L’Europarlamento vota una proposta che rende più agevole la concessione di licenze multiterritoriali. Marielle Gallo (Ppe): “Mercato unico più vicino”

10 Lug 2013

F.Me.

Rendere più facile la concessione di licenze multi-territoriali per la musica online. È l’obiettivo delle proposta votata dalla Commissione Affari legali dell’Europarlamento che punta ad aumentare la vendite e i download legali. “Essendo più facile la concessione di licenze multi-territoriali per la musica online – spiega Marielle Gallo, eurodeputata francese del Ppe, relatrice del provvedimento – sarà anche più facile realizzare un vero mercato unico”.

“Stiamo cercando di realizzare un mercato unico digitale – ricorda Gallo – e questo è uno dei passi da compiere al fine di garantire la parità di accesso alla cultura a tutti i cittadini europei. La nostra proposta mira a creare un sistema più trasparente”. Facilitando la concessione di licenze multiterritoriali si potranno sviluppare nuovi servizi ed “evitare che iTunes metta all’angolo il resto del mercato”, evidenzia Gallo. L’intenzione è anche quella di incentivare lo sviluppo di servizi come Spotify.

“Vogliamo prenderci cura degli artisti – conclude l’europarlamento – che potranno avere il controllo totale dei diritti riscossi, delle spese delle società di gestione collettiva rispetto agli investimenti e saranno al centro del processo decisionale”.

Argomenti trattati

Approfondimenti

M
musica online