Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

STRATEGIE

Exprivia supporter IT alle multinazionali italiane in Cina

La sede principale della controllata cinese è a Shangai, ma nasceranno nuovi uffici a Pechino e Suzhou. Il presidente e Ad Domenico Favuzzi: “Siamo il primo gruppo italiano del settore con presenza diretta nel paese asiatico”

11 Nov 2014

A.S.

Soddisfare le esigenze IT delle multinazionali italiane che operano in Cina. E’ questo l’obiettivo per cui è stata perfezionata la creazione di Exprivia IT Solutions, con sede a Shanghai. La società del Gruppo Exprivia (la cui capogruppo Exprivia S.p.A. è quotata al segmento Star di Borsa Italiana) è interamente posseduta da Exprivia Asia, e “propone – si legge in una nota della società – un’offerta completa di soluzioni e servizi IT per grandi gruppi e Pmi, tra le quali Erp, Cloud, Business Intelligence, Big Data e infrastrutture informatiche”. Exprivia IT Solutions ha scelto di posizionare la sua sede principale a Shanghai a supporto di una delle business community internazionali più importanti della Cina, spiegano dall’azienda, annunciando che enlle prossime settimane la società attiverà altri sedi operative a Pechino e Suzhou, il maggior distretto industriale italiano al di fuori dei confini nazionali.

Exprivia IT Solutions – commenta Domenico Favuzzi (nella foto), presidente e amministratore delegato di Exprivia Spa – è la prima impresa italiana a offrire soluzioni IT integrate in ambito ERP e infrastrutture con una presenza diretta in Cina di professionisti italiani a garanzia di standard qualitativi di eccellenza. La nostra offerta si rivolge prioritariamente a supporto dei gruppi industriali italiani ed europei già presenti sul territorio, che hanno sperimentato in questi ultimi anni un aumento della pressione competitiva e uno spostamento dei processi produttivi in Cina per i quali necessitano della piena integrazione con quelli delle loro capogruppo in Europa”.

Argomenti trattati

Approfondimenti

D
domenico favuzzi
E
exprivia

Articolo 1 di 5