LA PARTNERSHIP

Fatturazione elettronica, Infocert ed Edicom insieme per i servizi internazionali

Le due società svilupperanno e promuoveranno insieme LegalInvoice OpenHub, il servizio internazionale dedicato ai clienti enterprise. Tra i Paesi in cui verrà introdotto l’obbligo di e-fattura nel corso del 2022 Portogallo, Polonia, Panama e Paraguay

17 Mar 2022

A. S.

fattura-fatturazione-170330172238

Sviluppare e commercializzare insieme il un nuovo servizio di fatturazione elettronica internazionale LegalInvoice OpenHub. E’ questo l’obiettivo della partnership appena siglata da InfoCert, autorità di certificazione europea che fa parte di Tinexta Group, ed Edicom, provider internazionale di servizi di eBusiness.

“InfoCert ed Edicom – spiegano le due soceità in una nota – entrambe service provider accreditati per la fatturazione elettronica in Italia – hanno contribuito allo sviluppo di LegalInvoice OpenHub con le rispettive e consolidate esperienze internazionali nel campo dei servizi digitali e, in particolare, proprio della fatturazione elettronica”. InfoCert, insieme ad Agid e all’Agenzia delle Entrate, è stata infatti key technological partner in ben tre progetti Europei – eIgor, EeIsi, Scales – tutti propedeutici all’attuazione della direttiva europea sulla fatturazione elettronica conforme allo standard Europeo EN 16931-1. Edicom, dal canto suo, non solo ha sviluppato un’offerta di servizi eBusiness specifica per il mercato internazionale (Global e-Invoicing Platform), ma ha anche partecipato al progetto Europeo Govein19 per l’implementazione del formato fattura Europeo in ambito sanitario.

Il nuovo strumento è stato ideato per agevolare i clienti enterprise nella fatturazione elettronica in un sempre maggior numero di nazioni, rendendo trasparente la conversione nei diversi formati previsti dai sistemi di fatturazione locali. Un servizio che si renderà sempre più necessario se si considera che nel corso del 2022 una serie di nuovi Paesi – tra i quali Portogallo, Polonia, Panama e Paraguay, introdurranno l’obbligatorietà dei processi di fatturazione elettronica in ambito B2G e/o B2B.

L’invio e la ricezione dei documenti elettronici, si legge in una nota – potranno avvenire senza la necessità di integrare, nel processo di e-invoicing, tool specifici per l’adeguamento delle fatture ai singoli formati locali, e verranno convertite nel formato richiesto e trasferite al sistema di interscambio del Paese di destinazione grazie all’integrazione con la Global eInvoicing Platform di Edicom.

“Siamo molto soddisfatti dell’accordo con Edicom, che, ne siamo convinti, aggiungerà valore alla nostra offerta e ci permetterà di essere ancora più vicini ai nostri clienti nel loro percorso di crescita e trasformazione digitale – afferma Daniele Citterio di InfoCert-Tinexta Group – Il business internazionale è sempre di più una chiave di crescita strategica per le imprese, che hanno quindi bisogno di soluzioni uniche, semplici e veloci che permettano di agevolare gli scambi con altri Paesi”.

“Questo accordo è il frutto di una grande sinergia tra le due società che permetterà alle aziende con presenza internazionale di godere di una soluzione tecnologica robusta e compliant con la normativa di più di 70 paesi”, conclude Luis Molina Apestegui, Sales Manager di Edicom in Italia.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link