L'OPERAZIONE

Finanza innovativa, da Cdp, Fei e Muzinich & Co 150 milioni a sostegno delle imprese

Le risorse destinate a pmi e mid cap con l’obiettivo di sostenerne la ripresa post Covid facendo leva su innovazione, sostenibilità e crescita internazionale. Si punta a raccogliere 1 miliardo di euro e destinare all’Italia almeno 200 milioni. L’intelligenza artificiale tecnologia chiave per la gestione del rischio

08 Feb 2022

Enzo Lima

soldi

Raccogliere un miliardo di euro per sostenere oltre 100 Pmi e Mid Cap europee colpite dagli effetti economici della pandemia, destinando all’Italia risorse per almeno 200 milioni: questo l’obiettivo del fondo Muzinich Diversified Loans Fund II in cui Cassa Depositi e Prestiti (Cdp) e il Fondo Europeo per gli Investimenti (Fei) investiranno complessivamente 150 milioni di euro (rispettivamente 100 milioni da Cdp e 50 milioni dal Fei).

Il nuovo fondo di Muzinich – che fa seguito al Diversified Lending Fund che ha già visto Cdp e Fei in qualità di investitori di riferimento – è basato sul parallel lending, strumento di finanza alternativa in affiancamento al canale bancario.

“Grazie a questa operazione, Cdp continua a favorire l’accesso al credito delle Pmi e Mid Cap colpite dagli effetti della pandemia anche attraverso il ricorso a strumenti di finanza innovativa – commenta Dario Scannapieco, Amministratore Delegato di Cdp – Prosegue così l’impegno di Cdp a sostegno dei piani di investimento in innovazione, sostenibilità e crescita internazionale delle Pmi e Mid Cap, in linea con gli obiettivi del Piano Strategico 2022-2024”.

Alain Godard, Chief Executive del Fei aggiunge che “le Pmi sono fondamentali per promuovere innovazione, crescita e occupazione e il Fondo Europeo di Garanzia è stato concepito per fornire a queste società i fondi necessari per superare la crisi economica causata dalla pandemia”.  Gelsomina Vigliotti, Vicepresidente della Banca Europea per gli Investimenti ha evidenziato che le interruzioni della catena di approvvigionamento continuano a pesare sulla ripresa delle Pmi europee e che dunque le risorse del fondo saranno fondamentali per le Pmi. E Filomena Cocco, President di Muzinich & Co. Sgr ha ricordato che negli ultimi due anni la società ha sviluppato un nuovo sistema di intelligenza artificiale che integrerà i processi di investimento e gestione del rischio. “Questi strumenti proprietari ci consentiranno di impiegare il capitale con efficienza e rapidità, incanalando importanti risorse finanziarie in un vasto numero di Pmi solvibili in tutta Europa”.

Gianluca Oricchio, ceo di Muzinich & Co. Sgr, ha evidenziato che piattaforma di investimento italiana si è ampliata rafforzandosi ulteriormente e che ad oggi la società gestisce oltre 900 milioni di dollari in tre strategie orientate ai mercati privati: parallel lending, alternative lending e capital solutions. “La piattaforma, con sede a Milano, impiega 12 professionisti dell’investimento senior con un track record consolidato e una lunga esperienza internazionale. La Sgr è totalmente integrata nella piattaforma di investimento globale dell’azienda che opera in Europa, in Asia e negli Stati Uniti. Dlf II è gestito da un team di professionisti dell’investimento senior con sede a New York, Madrid, Parigi, Francoforte e Milano. Siamo orgogliosi di espandere il modello di parallel lending in tutta Europea e auspichiamo di replicarne il successo, questa volta su scala più ampia”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

D
dario scannapieco

Aziende

C
cdp

Approfondimenti

P
parallel lending

Articolo 1 di 5