Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Finmeccanica: 4,2 milioni per l’innovazione in Abruzzo

Il finanziamento è destinato ai dipendenti dell’azienda residenti a L’Aquila e colpiti dal sisma e ad attività di sviluppo negli stabilimenti di Selex Communications e Thales Alenia Space Italia

15 Feb 2010

4,2 milioni di euro: questo lo stanziamento messo in campo da
Finmeccanica per sostenere il rilancio tecnologico dell'Abruzzo
e dare un contributo concreto nell'ambito delle iniziative di
ricostruzione post-sisma. L'iniziativa fa capo al progetto
“Finmeccanica per l’Abruzzo”, promosso assieme ai sindacati
Fim/Fiom, Uilm, Federmanager e altre organzizzazioni sindacali.

In dettaglio, 2,2 milioni saranno destinati – come erogazioni
individuali a fondo perduto – ai dipendenti residenti a L’Aquila
e nella zona del cratere sismico, in proporzione ai danni subiti
dalle abitazioni (saranno interessate circa 250 persone); i
restanti 2 milioni saranno dedicati al rilancio tecnologico e
industriale del territorio abruzzese. In particolare i fondi
saranno impiegati a sostegno dell’iniziativa “Joint Research
Laboratories” che prevede la realizzazione di laboratori
scientifici per attività di ricerca e sviluppo all’interno dei
nuovi stabilimenti di Selex Communication e Thales Alenia Space
Italia (aziende del Gruppo Finmeccanica).

"Selex e Thales Alenia Space sono state gravemente colpite dal
sisma, sia nei loro dipendenti che negli stabilimenti, e grazie a
questi fondi possiamo favorire un ritorno alla vita normale",
sottolinea Pier Francesco Guarguaglini, Presidente e Ad di
Finmeccanica ricordando che l'azienda in Abruzzo impiega più
di 850 persone.

Finmeccanica ha scelto ilnoltre l'Abruzzo per la cerimonia del
Premio Innovazione Finmeccanica, giunto alla sesta edizione.
Venerdì 12 febbraio a L’Aquila, presso la caserma della Guardia
di Finanza di Coppito, sono stati premiati i tre vincitori (ex
aequo): AgustaWestland, che ha realizzato una nuova generazione di
rotori principali per elicotteri; Drs Technologies, che ha prodotto
un nuovo sensore a infrarossi; e Selex Sistemi Integrati che ha
ideato un’antenna integrata multifunzionale, che apre la strada a
una nuova generazione di sistemi radar e di telecomunicazione.

Assegnati anche altri due premi. Il premio Brevetto dell’anno è
andato ad AnsaldoBreda per un sistema che, in caso di incidenti o
collisioni, è in grado di assorbire e distribuire tra le diverse
carrozze l’energia generata, grazie a interfacce plastiche a
deformazione controllata inserite tra le carrozze stesse. Il premio
Best Supplier se lo è aggiudicato invece Intecs, per il supporto
fornito ad Ansaldo Sts nella messa a punto del prodotto Ssb
Ertms/Scmt, un sistema di sicurezza ad alta ridondanza che fornisce
ai macchinisti informazioni dettagliate sulla marcia dei treni ed
è responsabile per la protezione automatica della corsa.

Una menzione speciale è andata invece a Selex Communication e
Thales Alenia Space per aver saputo garantire la continuità negli
stabilimenti abruzzesi anche dopo il sisma.