Fintech, taglio del nastro in Israele per l'Innovation hub di Enel e Mastercard - CorCom

IL PROGETTO

Fintech, taglio del nastro in Israele per l’Innovation hub di Enel e Mastercard

La “cittadella” da 480 mq offrirà alle startup l’opportunità di sviluppare nuovi prodotti con l’ausilio professionale di mentori israeliani e internazionali. La energy company rafforza la sua presenza nel Paese dove ha battezzato nel 2016 il suo primo laboratorio hi-tech

18 Nov 2021

Enzo Lima

È stato tenuto a battesimo oggi nel Parco Hi-tech “Gav-Yam Negev” a Be’er Sheva in Israele il FinSec Innovation Lab di Enel X e Mastercard. La “cittadella” da 480 mq punta alla promozione dell’innovazione nel fintech e offrirà alle startup l’opportunità di sviluppare nuovi prodotti con l’ausilio professionale di mentori israeliani e internazionali.

Già oltre un centinaio le startup israeliane provenienti da svariati settori – dalla cybersecurity all’Internet of things, dalle smart city alla biometrica, dalla gestione dell’identità ai portafogli digitali, dall’open banking al rilevamento delle frodi e inclusione finanziaria – hanno fatto richiesta di partecipare al programma FinSec Lab. E sono cinque quelle selezionate per condurre un progetto Proof of Concept che avrà luogo nei prossimi sei mesi. Enel ha aperto il suo primo Innovation Hub a Tel Aviv nel 2016 e ha costruito solide relazioni con i principali stakeholder dell’ecosistema, tra cui Israel Innovation Authority (IIA) e altri importanti fondi di venture capital e acceleratori-incubatori. Inoltre, nel 2017 Enel ha fondato Infralab, un laboratorio incubatore di innovazione dedicato alle smart grid e alle infrastrutture.

“L’inaugurazione del FinSec Lab è un traguardo importante che ci consente di continuare il  viaggio nella promozione dell’innovazione nel settore fintech, facendo leva sull’eccellente ecosistema israeliano di start-up. Collaborare con startup provenienti da uno degli ecosistemi più innovativi del settore Fintech, ci consentirà di integrare le loro soluzioni nel portafoglio di attività di Enel X Financial Services, ampliando i servizi che possiamo offrire ai nostri clienti, sostenendo e accelerando la crescita di queste innovative startup”, ha commentato Francesco Venturini, ceo di Enel X in occasione del taglio del nastro che ha visto presenti – oltre a dirigenti di Enel e Mastercard – Yigal Unna, Direttore Generale dell’Israel National Cyber Directorate, Dror Bin, ceo dell’Israel Innovation Authority, Yoni Mor, Direttore Senior presso il Ministero delle Finanze; Ruvik Danilovich, sindaco di Be’er Sheva e Sidney Gottesman, ceo del FinSec Innovation Lab.

Ernesto Ciorra, Head of Innovability di Enel puntualizza che “il FinSec Lab è la più recente tappa del percorso di innovazione di Enel in Israele, il Paese che ospita il primo Innovation Hub del Gruppo, inaugurato nel 2016 a Tel Aviv. Finora abbiamo incontrato oltre 1.200 startup e lavorato con più di 50. Israele offre un incredibile ecosistema di innovazione e siamo lieti di farne parte. È grazie all’Israel Innovation Authority e al Ministero delle Finanze del Paese che stiamo lanciando FinSec Lab. Per noi è fondamentale unire le forze con attori che condividono il nostro impegno a spingere i confini dell’innovazione, sfruttando le opportunità offerte dalle tecnologie innovative per creare valore sostenibile per tutti”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5