Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

#FORUMPA17

Fisco digitale, Orlandi: “Italiani pronti alla svolta”

Il direttore dell’Agenzia delle Entrate a Forum PA 2017 fa il punto sui progetti. A 20 giorni dall’apertura dell’applicazione Web inviate oltre 560mila precompilate. E-fatture: “Dal giugno 2014 ne abbiamo gestite 68 milioni”

25 Mag 2017

Antonello Salerno

Il fisco online sta riscuotendo tra gli italiani i suoi primi successi, e a fare il punto della situazione nella giornata di chiusura di Forum PA 2017 è Rossella Orlandi, direttore dell’Agenzia delle Entrate: “Mettiamo a disposizione un’ampia offerta di servizi online – spiega – che risultano molto utilizzati dai cittadini”.

E’ il caso, per rimanere su un tema di stretta attualità, delle dichiarazioni dei redditi precompilate: “Siamo nel pieno della campagna 2017 – spiega Orlandi – e a poco più di 20 giorni dall’apertura dell’applicazione web dedicata alla precompilata gli utenti che hanno visualizzato i dati contenuti nella dichiarazione sono già 2 milioni e sono state già inviate 564mila dichiarazioni. Di queste circa 551mila modelli 730 e circa 13mila modelli redditi, mentre circa 372mila dichiarazioni sono state accettate o modificate ma non ancora inviate”.

Poi Orlandi è passata a parlare dei contratti d’affitto: “Grazie al servizio web per la registrazione dei contratti di locazione, il 61 per centro dei contratti viene registrato online, senza passare dagli uffici”.

Infine il punto sulla fatturazione elettronica: “Dall’avvio del servizio, nel giugno 2014, le fatture elettroniche PA complessivamente gestite sono giunte a quota 68 milioni – spiega Orlandi – Nei primi mesi del 2017 abbiamo gestito, mediamente, circa 2,5 milioni di file fattura al mese. La sfida è ora quella di estendere la fatturazione elettronica anche al B2B, opzione già possibile da gennaio 2017. L’Agenzia ha messo a disposizione dei contribuenti Iva l’applicazione web gratuita ‘Fatture e Corrispettivi’, con cui è possibile generare, trasmettere e conservare le fatture elettroniche anche per le operazioni tra privati. Da gennaio a oggi sono oltre 27mila le fatture elettroniche scambiate tra operatori economici privati”.

Articolo 1 di 4