IL CONTEST

Fondazione Tim, ecco i progetti vincitori della Call for Ideas

Dall’app per il conteggio delle persone senza fissa dimora a quella per la prevenzione delle dipendenze, passando per il sistema di promozione della cultura e del turismo italiani: ecco tutte le iniziative sul podio

Pubblicato il 27 Nov 2023

Schermata 2023-11-27 alle 14.22.10

Si è chiusa con l’annuncio dei vincitori la Call for Ideas lanciata da Fondazione Tim in aprile: l’iniziativa, divisa nelle tre aree di interesse – Inclusione Sociale, Arte e Cultura, Istruzione e Ricerca Scientifica – aveva l’obiettivo di individuare e sostenere proposte progettuali innovative, con il coinvolgimento attivo delle comunità di riferimento, un utilizzo responsabile e sostenibile della tecnologia come elemento distintivo, per migliorare la vita delle persone.

In gara 447 progetti

La Call ha visto concorrere un elevato numero di soggetti appartenenti ad associazioni, università, enti pubblici, fondazioni e organizzazioni di volontariato, per un totale di ben 447 proposte, presentate da partecipanti distribuiti su tutto il territorio nazionale che hanno messo in risalto un vivo fermento nel terzo settore. Al termine del lavoro di valutazione, che ha impegnato per oltre tre mesi la Fondazione guidata dal direttore generale Giorgia Floriani, il consiglio di amministrazione, presieduto da Salvatore Rossi, ha selezionato nove progetti, tre per ciascun ambito. Gli enti che li hanno presentati operano in sei regioni: Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Lazio e Sicilia.

WHITEPAPER
Sfide e opportunità della digitalizzazione: come si posiziona la tua azienda?
Open Innovation
Startup

L’elenco dei vincitori

Questo l’elenco dei progetti vincitori.

Inclusione sociale

‘App-@id’ dell’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare di Mazara del Vallo, per fornire assistenza psicologica agli utenti, rendendo tale assistenza di facile e rapida accessibilità grazie all’uso di tecnologie innovative.
iHome’ di Europe Consulting Onlus, un’App per la segnalazione e il conteggio delle persone senza fissa dimora.
‘Maker-Lab’ di Associazione Giovanile Salesiana, che prevede la creazione di spazi di formazione esperienziale tra inclusione e lavoro per minori adolescenti.

Arte e cultura

‘Alice Augmented’ dell’Associazione Puntozero, prevede un’attività di formazione sull’utilizzo degli strumenti digitali, da parte di detenuti, ex detenuti e volontari del Carcere Cesare Beccaria di Milano.
D.S.M. “Disegno + smartphone = Musica’ della Fondazione Anna Maria Catalano, in collaborazione con il Dipartimento di Informatica dell’Università La Sapienza di Roma, è un progetto innovativo sulla musica, una nuova applicazione che consenta di utilizzare gli smartphone per suonare la tastiera di un pianoforte disegnata su un foglio di carta.
‘A tu per tu con Dunant. Tecnologie immersive e gaming raccontano il Micr’ della Associazione Croce Rossa Italiana, progetto per valorizzare e promuovere il patrimonio storico, artistico del Museo Internazionale della Croce Rossa (Micr), sito a Castiglione delle Stiviere (Mantova), attraverso videoinstallazioni interattive.

Istruzione e ricerca scientifica

Profilo Predittivo di Risposta ai Farmaci (P-Drp) nelle leucemie hopeless’ dell’Università degli Studi di Parma (Unipr), per migliorare le opzioni terapeutiche per i pazienti affetti da leucemie acute recidivate/refrattarie.
Riflessi virtuali’ del Dipartimento di Psicologia dell’Università La Sapienza di Roma, per prevenire e far conoscere le dipendenze comportamentali.
‘NetGuardian’ del Dipartimento Fisppa dell’Università di Padova, un’app per studenti, scuole ed enti che operano contro il cyberbullismo.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 4