VENTURE CAPITAL

Fotonica per le Tlc, Liftt scommette sulla startup italiana Subphoton

La società entra come investitore unico con 750mila euro e un’ulteriore iniezione di liquidità è prevista a fine 2023 per la realizzazione dell’impianto produttivo a Milano per mandare avanti l’applicazione della tecnologia al settore del cablaggio sottomarino

07 Nov 2022

Lorenzo Forlani

Giovanni Tesoriere CEO LIFTT_new

Liftt, la holding di Venture Capital con un forte focus sull’impatto sul territorio italiano, ha annunciato un investimento da 750.000 euro in Subphoton, una start-up che ha sviluppato l’applicazione della fotonica al settore del cablaggio sottomarino delle telecomunicazioni. Un impegno sostanzioso, per promuovere lo sviluppo della fotonica italiana, una delle sei tecnologie ritenute strategiche dalla Commissione Europea per l’innovazione industriale, il benessere, la sicurezza dei cittadini e lo sviluppo sostenibile.

Le attività ed il business di Subphoton

A questo investimento iniziale, il Venture Capital farà seguire una successiva iniezione di liquidità a fine 2023, per allestire l’impianto produttivo a Milano. Il core business di Subphoton si concentra sull’infrastruttura fisica su cui si regge il mondo di internet, in gran parte sommersa negli oceani: 1,3 milioni di chilometri di cavi, pari a 32 volte il giro della terra, attraverso i quali viaggia il 99% delle comunicazioni e delle transazioni digitali globali, e che richiede performance costantemente migliorabili.

WHITEPAPER
Vuoi lanciare la tua Startup? Ti sveliamo i 4 motivi per cui dovresti utilizzare HubSpot
Startup
Inbound

Investire in fotonica è investire sul futuro del Paese

“Investire nella tecnologia fotonica e supportare la crescita delle start-up italiane che ne sviluppano le applicazioni significa investire direttamente sul futuro del nostro Paese: l’Italia, sia come ricerca sia come industria, ha un posizionamento internazionale di grande rilievo insieme a Germania, Regno Unito e Francia. Il nostro impegno – come primo Venture Capital italiano con un portfolio a trazione fotonica – è proprio quello di dare una prospettiva concreta a queste innovazioni che cambieranno in meglio il nostro futuro”, ha dichiarato Giovanni Tesoriere, Ceo di Liftt.

L’investimento della deeptech startup CareGlance

Altri 250.000 euro, Liftt li ha poi investiti in CareGlance, “deeptech startup” che ha ideato e brevettato una proposta innovativa per l’Oct (Optical Coherence Tomography), un settore caratterizzato da un elevato potenziale di applicazioni, dall’oftalmologia all’Industry 4.0, per un mercato che attualmente vale $1,2 miliardi con previsioni di crescita del 9,8%.

Tecnologia di CareGlance riduce del 50% il costo industriale del laser 

Di recente, sul mercato sono stati lanciati Oct di nuova generazione, con immagini tridimensionali di elevata risoluzione e un campo visivo più ampio: CareGlance ha sviluppato una nuova tecnologia ultraveloce e compatta denominata “Swept Source” (“sorgente sintonizzabile”), che permetterà di realizzare e commercializzare entro la fine dell’anno prossimo un dispositivo Oct “portatile”, affidabile e real-time. La tecnologia CareGlance consente inoltre di ridurre del 50% l’attuale costo industriale del laser, rendendone più facile l’implementazione su larga scala. L’investimento di Liftt in CareGlance consentirà di completare lo sviluppo e la validazione della tecnologia in ambito oftalmologico, mentre le applicazioni della tecnologia in ambito industriale sono in via di finanziamento e verranno svolte in parallelo. Le prime vendite del nuovo dispositivo sono attese per il 2023.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5