IL BANDO

Frontex, a Infocert la gara Ue per la digital transformation

La società del gruppo Tecnoinvestimenti curerà per tre anni la digitalizzazione dell’Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera. Focus su firma elettronica ed erogazione di servizi di digital trust

22 Giu 2017

A.S.

InfoCert si aggiudica la gara pubblica indetta da Frontex per la digital transformation della gestione dei propri documenti e flussi di lavoro. La società del gruppo Tecnoinvestimenti, certification authority leader a livello europeo, si occuperà di implementare soluzioni di firma elettronica e l’erogazione di servizi di digital trust per l’Agenzia europea della guardia di forntiera e costiera, per un progetto di durata triennale.

“Gli ambiziosi obiettivi del nostro progetto di digitalizzazione sono quelli di migliorare, snellire ed ottimizzare le procedure e i workflow documentali interni, rafforzarne la governance e semplificarne la gestione – spiega Pawel Sadownik, Project Manager di Frontex – Le soluzioni di firma elettronica e marcatura temporale sono fondamentali per conseguire questi miglioramenti. Poter usufruire delle competenze tecniche e normative, nonché delle soluzioni innovative di InfoCert, faciliterà enormemente questo importante cambiamento nei nostri processi”.

WHITEPAPER
Vita da CEO: quali sono gli strumenti necessari ai manager per vincere le sfide professionali
CIO
Digital Transformation

Con il supporto di InfoCert, si legge in una nota della società, Frontex potrà digitalizzare i propri processi interni di lavoro, eliminando l’uso della carta, riducendo i rischi operativi e incrementando l’efficienza organizzativa e la governance. Con soluzioni quali GoSign di InfoCert è infatti possibile gestire completamente in digitale e in modalità collaborativa i processi di firma, organizzando e condividendo in totale sicurezza sia semplici documenti sia pratiche complesse da qualsiasi dispositivo, anche smartphone e tablet.

“Nel 2016, il nostro servizio di marcatura temporale certificato Eidas è stato selezionato dalla Commissione Europea e ora garantisce la piena validità legale delle pubblicazioni ufficiali in formato elettronico dell’Unione Europea – commenta Carmine Auletta, chief innovation officer di InfoCert – Oggi siamo felici di poter avviare una nuova e prestigiosa collaborazione con un’istituzione importante quale Frontex: questo progetto triennale è una conferma dell’attrattività delle nostre soluzioni e della validità della nostra strategia internazionale e ci stimola a raggiungere obiettivi di crescita sempre più ambiziosi”.