"Gli unicorni non prendono il Corona", in un libro il segreto di Israele - CorCom

LA RECENSIONE

“Gli unicorni non prendono il Corona”, in un libro il segreto di Israele

Dagli investimenti in innovazione a un sistema sanitario data-driven, il saggio del venture capitalist Jonathan Pacifici esplora le ragioni di un modello-Paese vincente anche in piena pandemia. Una rivoluzione economica e sociale a tre ore di volo da casa nostra

04 Feb 2021

Nell’annus horribilis 2020 gli investimenti in innovazione hanno toccato quota 10,6 miliardi di dollari. L’exit 2019 ha raggiunto 21,74 miliardi nel 2019. Migliaia di startup stanno conquistando ogni mercato: si contano 45 unicorni, società private con valore superiore al miliardo di dollari, il 10% a livello mondiale.

Parte da queste coordinate economiche “Gli unicorni non prendono il Corona” su Israele, nuovo libro di Jonathan Pacifici (edizioni Pacifici & Associates, in vendita su Amazon), il venture capitalist italo-israeliano, che ripercorre la politica di un Paese in grado di cavalcare l’onda anche nel periodo del Covid.

Le ragioni della Technology Diplomacy

Eppure, spiega Pacifici, Israele conta appena 9 milioni di abitanti e si trova nella zona politicamente più calda del pianeta. Ma la sua “Technology Diplomacy” sta ridisegnando il Medio Oriente. Qual è il segreto?

Gli investimenti in tecnologia lo stanno lanciando come modello mondiale. Una strategia che si è rivelata vincente anche in mezzo alla pandemia, gestita attraverso un sistema sanitario totalmente data driven. “Ogni interazione, ogni analisi, ogni visita medica ed ogni ricetta, ogni esame clinico ed ogni acquisto di medicinali – spiega Pacifici – è tracciato, registrato e disponibile online e via app per il paziente e per ogni struttura medica nel paese, dal medico di base all’ospedale”.

Qui il cittadino ha nel palmo della mano tutta la sua storia medica ma il sistema paese ha la statistica ed il controllo in tempo reale di ciò che succede.

Sul sito del Ministero della Sanità è disponibile in tempo reale un cruscotto con tutti i principali parametri relativi all’andamento dei contagi ed una miriade di altri indicatori rilevanti. E i dati registrati sono corretti.

La lezione della lotta al terrorismo

Un modello già ampiamente rodato nel corso di decenni di lotta al terrorismo che ha portato alla creazione di una piattaforma multilayer che integra, in caso di un evento di sicurezza nazionale, i sistemi di polizia, vigili del fuoco, esercito, servizi segreti e soprattutto del sistema di pronto soccorso.

La campagna di vaccinazione

Anche la campagna di vaccinazione ha spiccato: nelle prime tre settimane un milione e 700mila cittadini vaccinati: in tre mesi sarà coperta l’intera popolazione.

Parte del segreto è nella locomotiva del settore tech che traina il paese e che non ha dato segni di crisi nemmeno in questi mesi di lockdown. “Come sempre – scrive Pacifici – vale la regola ‘follow the money’ ed i capitali raccolti dalle società tech israeliane raccontano gran parte della storia. Un modello, spiega l’autore, da studiare attentamente.

@RIPRODUZIONE RISERVATA