Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

POSTA ELETTRONICA

Gmail si dà all’AI: risposte “intelligenti” e messaggi che si autodistruggono

Non un semplice restyling ma una vera e propria rivoluzione nella “messaggistica”. E un’interfaccia più vicina a quella tipica degli smartphone

26 Apr 2018

F. Me

Non un semplice restyling ma una piccola rivoluzione all’insegna dell’intelligenza artificiale. Google ha  lanciato il più ampio aggiornamento dal 2011 del servizio di posta elettronica Gmail. Le novità erano state anticipate nei giorni scorsi dal sito The Verge, ma fino ad oggi nessuno degli oltre 1,4 miliardi di persone che lo utilizza poteva testare personalmente le nuove funzionalità. Funzionalità con cui Google mira ad aumentare la competizione contro Microsoft e il suo Outlook, disponibile nel pacchetto Office 365 così come Gmail fa parte di G Suite.

Tra le novità più rilevanti spicca il “confidential mode” che protegge i contenuti sensibili nelle e-mail attraverso date di scadenza o richiamando messaggi già inviati: un nuovo pulsante, che avrà la forma dell’orologio, consentirà di impostare la data di scadenza. Passata la data, il messaggio scomparirà. Inoltre, chi riceverà questo tipo di email non potrà copiare o inoltrare il testo a terzi, in quanto appunto confidenziale.

La nuova modalità offline consente invece di preparare delle e-mail anche quando non si ha accesso a internet. E anche da desktop diventano disponibili le “Smart Replies”, le risposte concise create dall’intelligenza artificiale con cui tipicamente si può rispondere a una email. Per evitare di ricevere una notifica ogni volta che si riceve una email, un utente può fare in modo che Gmail avverta quando arrivano solo quelle più importanti: sarà Google a decidere quali sono sulla base delle comunicazioni in corso o più frequenti dell’utente stesso.

Saranno poi potenziate le misure di sicurezza. Nella nuova versione infatti Google contrassegnerà le email potenzialmente pericolose con notifiche in grassetto per spingere l’utente a non aprirle.

Il nuovo look è stato battezzato da Google come “fresco, ordinato e pulito”. Sulla carta sono i dettami del “Material Design” introdotto su Android: l’interfaccia di Gmail sarà più vicina all’estetica tipica degli che smartphone. Google ha in programma di trasferire tutti gli account sul nuovo Gmail in tempi brevi, ma saranno comunque necessarie settimane per completare la transizione. Nella prima fase ogni utente potrà decidere se sperimentare o meno la nuova versione. Per farlo è sufficiente cliccare sull’icona delle Impostazioni (quella a forma di ingranaggio in alto a destra nella schermata principale di Gmail) e selezionare “Prova il nuovo Gmail”. L’opzione, che è reversibile, non sarà disponibile per tutti da subito.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

G
gmail
G
google
M
Microsoft
O
outlook

Articolo 1 di 5