Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL DOPO GOOGLE

Google battezza Life Sciences, primogenita di Alphabet

Sergey Brin annuncia la nascita della prima società sotto l’ombrello della nuova holding. Lavorerà su lenti a contatto che monitorano lo stato di salute e su magneti anti-diabete che nuotano nel sangue. Il ceo sarà Andy Conrad

25 Ago 2015

F.Me.

E’ Life Sciences la prima nuova società nata nell’era Alphabet, la holding che fa da “ombrello” a Google e ad altri progetti di Mountain View. Lo ha annunciato Sergey Brin, co-fondatore di Google e presidente di Alphabet, in un post su Google+.

Life Sciences lavora a progetti di e-health: dalle smart lens, lenti a contatto “smart” in grado di monitorare la salute (in particolare i valori di glucosio per i malati di diabete), ai magneti che “nuotano” nel sangue. Il team di Life Sciences, scrive Brin “è pronto per essere ‘promosso’ dai laboratori X (quelli che si occupano dei progetti più innovatividi Google, ndr) a società vera e propria di Alphabet”. Il suo amministratore delegato sarà Andy Conrad, già alla guida della squadra di ricercatori.

“L’organizzazione aziendale sarà diversa – spiega ancora Brin – ma gli obiettivi di Life Sciences saranno gli stessi”, ovvero coadiuvare tecnologie e progetti innovativi di ricerca e sviluppo volti a test clinici per individuare, prevenire e gestire le malattie. Oltre alle lenti a contatto “intelligenti”, tra i progetti curati da Life Sciences ci sono anche una piattaforma di nanodiagnostica, di monitoraggio del cuore e dell’attività fisica e lo studio genetico “Baseline”.

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
alphabet
G
google
L
life sciences
S
sergey brin