Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Google fa causa al governo Usa: “Favorisce Microsoft”

Il motore di ricerca cita in giudizio il Dipartimento dell’Interno accusato di aver pubblicato un bando per la fornitura di servizi e-mail vincolato alla Business Productivity Online Suite di Redmond. “E’ restrittivo della concorrenza”

02 Nov 2010

Google contro il governo Usa. Mountain View ha ha fatto causa al
Dipartimento dell'Interno statunitense, accusato di aver
pubblicato un bando di gara per la fornitura di servizi e-mail che
favorebbe Microsoft. A riportare la notizia i principali quotidiani
statunitensi.

Stando a qaunto afferma il motore di ricerca, il bando per i
servizi di posta e di collaborazione online sarebbe stato elaborato
dal ministero Usa per escludere Google, richiedendo che la
soluzione fosse parte della Business Productivity Online Suite di
Microsoft. “Il vincolo alla suite di Microsoft – precisa Google
in una nota – è indebitamente restrittivo della
concorrenza".

L'appalto in questione è per un'unica soluzione di e-mail
e strumenti collaborativi, volta a sostituire le 13 piattaforme
attualmente usate dagli 88 mila dipendenti del ministero. Il valore
del contratto, stando alla stampa, si aggirerebbe tra i 50 i 60
milioni di dollari in cinque anni. L'azione legale si inserisce
nella sfida lanciata a Microsoft da Google, che sta promuovendo i
suoi servizi di produttività online, Google Apps, come
un'alternativa economica e sicura ai software di Redmond.