Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

QUESTION TIME

Graziano (Pd): “Grilli faccia pagare le tasse a Google”

Il deputato presenta un question time in commissione Finanze per chiedere un intervento del ministro dell’Economia: “Intollerabile consentire alle multinazionali del Web di trasferire i profitti in paesi a fiscalità privilegiata”

22 Nov 2012

F.Me.

“Il mancato pagamento delle imposte da parte di Google sulle attività realizzate nel nostro Paese va chiarito e impedito”. E’ quanto dichiara Stefano Graziano, deputato del Partito democratico, membro della commissione Finanze della Camera, che oggi ha presentato un question time in commissione per chiedere al ministro dell’Economia Vittorio Grilli di far luce su quanto riportato dagli organi di stampa e di adottare misure normative nei riguardi delle aziende Usa che operano online che – come Google – sfruttano ingegnerie finanziarie offerte dalle disparità dei sistemi fiscali europei e riescono a non pagare le tasse nel nostro Paese.

“Consentire alla multinazionale di trasferire in Paesi a fiscalità privilegiata, come l’Irlanda, i profitti in crescente aumento realizzati in Italia evitando le imposte italiane sui ricavi, che secondo alcune stime si aggirerebbero intorno a 80 milioni di euro nei soli anni 2002-2006 – aggiunge Graziano- è intollerabile perché va contro la politica governativa di lotta all’evasione fiscale e costituisce un mancato incasso per le finanze pubbliche, ma anche ingiusto perché mortifica i sacrifici di cittadini e imprese che stanno fronteggiando una profonda crisi, scontano un’elevata imposizione fiscale e che così subiscono uno svantaggio sleale”.

“A questo punto – conclude Graziano – mi aspetto che il governo intervenga quanto prima sul caso, adottando una norma simile a quella prevista nel Decreto Crescita al Senato sulla vicenda Ryanair”.

Argomenti trattati

Approfondimenti

R
ryanair
S
stefano graziano
V
vittorio grilli