IL CASO

Guerra Ucraina, Yandex lancia l’allarme: “Con sospensione dal Nasdaq rischiamo di chiudere”

Il Google russo è stato bannato temporaneamente dalla Borsa digitale di New York dopo le misure restrittive contro Mosca: “Impatti forti sul nostro debito”

04 Mar 2022

F. Me

nasdaq

Yandex ha lanciato l’allarme su un suo possibile default dopo la sospensione dal Nasdaq.  La Borsa di New York questa settimana ha tutte le quotazioni delle società russe fino a quando non sarà chiaro quali impatti avranno le sanzione su di loro.

In un comunicato stampa, Yandex che ha sede legale nei Paesi Bassi ma ha i suoi uffici principali in Russia, ha spiegato di non essere stata presa di mira dalle sanzioni. “Attualmente non ci sono restrizioni normative sulla capacità delle persone statunitensi, britanniche o dell’Ue di acquisire e scambiare titoli di Yandex”, ha aggiunto.

Tuttavia “il Google russo” ha puntualizzato che se la sospensione dovesse durare a lungo, i proprietari di obbligazioni potrebbero decidere di riscattare il proprio debito con gli interessi. “Il gruppo Yandex nel suo insieme non ha attualmente risorse sufficienti per riscattare le banconote per intero”, ha affermato la società.

Anche se la società fosse in grado di ottenere finanziamenti per pagarli per intero, Yandex ha affermato che una spesa così ingente “avrebbe un effetto negativo concreto sulla posizione finanziaria e liquidità a breve termine e potrebbe influire sulla capacità di adempiere agli altri nostri obblighi”.

Il motore di ricerca , lanciato nel 1997, è il più grande del suo genere in Russia, rappresentando oltre il 60% delle ricerche su Internet del paese nell’ultimo trimestre del 2021, secondo la società. Il gruppo ha diversificato i suoi prodotti negli ultimi anni e ora offre anche un servizio di trasporto e consegna di generi alimentari.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

Y
Yandex

Approfondimenti

G
guerra ucraina

Articolo 1 di 4