Hitachi si prende Cbt. Il Vp Okami: "Studiamo il mercato europeo" - CorCom

IL TAKEOVER

Hitachi si prende Cbt. Il Vp Okami: “Studiamo il mercato europeo”

Nasce Hitachi Systems Cbt. Il senior vice president and executive officer di Hitachi Systems: “Porteremo sul mercato servizi avanzati”. Il presidente e Ceo Angelucci: “Proseguiremo nella nostra crescita grazie a questa alleanza”

22 Mag 2015

Antonello Salerno

“Con i nuovi servizi creati dalla fusione della comprovata esperienza di oltre 35 anni di Hitachi Systems Cbt e le tecnologie e le offerte di Hitachi systems potremo servire servizi avanzati ai clienti italiani ed europei”. Lo ha detto Yoshinori Okami, senior vice president and executive officer di Hitachi systems, presentando oggi l’acquisizione del system integrator italiano Cosmic Blue Team.

La società giapponese specializzata nell’Information and telecommunication system Business all’interno del gruppo Hitachi fornisce servizi IT, dalla consulenza, progettazione e realizzazione alle operation e gestione, fino ai servizi di manutenzione. Tra i punti di forza dell’azienda i servizi gestiti, quelli in cloud e quelli per la sicurezza e le soluzioni per i data center. Con circa 300 centri in Giappone e 14 filiali all’estero, principalmente in Asia, la società ha scelto l’Italia, e la collaborazione con Cbt, per aprire una porta sull’Europa. “Abbiamo studiato la situazione, i trend e le dimensioni dei vari mercati europei – spiega Okami – e abbiamo scelto l’Italia e Cbt per iniziare la nostra esperienza su questa piazza. Su come espanderci in altri paesi stiamo ancora studiando, e non siamo ancora in grado di dire come ci muoveremo”.

La strategia di business di Hitachi Systems Cbt, intanto, continuerà a essere focalizzata sulla progettazione, implementazione, gestione e manutenzione dei sistemi cloud, offerte di Enterprise information management, servizi e soluzioni.

Hitachi Systems ha voluto investire in Cbt perché ha visto nella nostra azienda la migliore opportunità per entrare nel mercato europeo e italiano – sottolinea Paolo Angelucci (a sinistra nella foto), presidente e Ceo di Hitachi Systems Cbt – Siamo una realtà specializzata, con ampie competenze ed esperienze nel mercato IT. Sono molto orgoglioso e ottimista riguardo il futuro di questa operazione e grazie alle risorse e alla visione internazionale di Hitachi potremo essere ancora più competitivi e proseguire nella nostra crescita”.

Grazie a questa integrazione il system integrator italiano potrà rafforzare le proprie attività sui servizi IT, in particolare i managed services, i servizi di sicurezza e le soluzioni per i data center, finora erogati dai data center di Milano e Roma e dedicati alle aziende di medie e grandi dimensioni, pubbliche e private.

“La promessa è di potenziare e seguire quello che si definisce ‘human factor’- aggiunge Flavio Radice (a destra nella foto), vice president, general manager e Coo di Hitachi Systems Cbt – focalizzandoci su soluzioni progettate dal nostro team di esperti e sulle nostre conoscenze come elementi di differenziazione. Queste sono le ragioni per cui i nostri clienti ci hanno scelto fino a oggi. I clienti attuali e futuri – conclude – sento di poter dire che i clienti attuali e futuri saranno ancora più soddisfatti di avere un partner con provata esperienza e affidabilità grazie anche alla forza del brand Hitachi”.

Con l’acquisizione sono stati confermati tutti gli asset strategici di Hitachi Systems Cbt: WebRainbow, piattaforma di entreprise information management, EasyCloud, nelle sue declinazioni di Iaas, Paas, Saas, e Daas, e Easyware, servizi di gestione in outsourcing del parco tecnologico. Ulteriore linea di business è la nuova divisione dedicata alla security, che si pone l’obiettivo di promuovere i processi di risk management come elementi abilitanti la business transformation.

Hitachi Systems Cbt conta sulle sedi di Roma, Milano, Venezia, Torino, Novara e Bologna, e su un team di circa 300 persone.