Homyn, sbarca a Roma la startup per la cura della casa - CorCom

WEB

Homyn, sbarca a Roma la startup per la cura della casa

La piattaforma che mette in connessione colf e professionisti delle pulizie con gli inquilini supera il “test” milanese. Gli operatori sono selezionati dalla società e tutto si fa online. Presto l’avvio del servizio nella Capitale

12 Nov 2015

Andrea Frollà

Una piattaforma online che mette in connessione colf e professionisti delle pulizie con chi vorrebbe tenere la cosa ordinata e pulita, ma non ha tempo. Si chiama Homyn ed è l’idea è di alcuni ragazzi del Politecnico di Milano che risale a dicembre 2014, quando uno di loro, Eduardo Gonzalez, decide di avviare una vera e propria startup.

Ma oltre all’incrocio di domanda e offerta, che ha fatto la fortuna di molte aziende 2.0., il network online per la cura della casa punta a offrire un servizio a 360 gradi che da un lato segue l’operatore fin dal principio (assistenza contrattuale, apertura della partita Iva e altre grane burocratiche), mentre dall’altro offre garanzie all’utente finale visto che chiunque andrà nelle case ad effettuare le pulizie e la cura della casa sarà selezionato proprio da Homyn.

“Proponiamo persone che conosciamo, che abbiamo incontrato ed intervistato più volte personalmente – spiega Manfredi Benvenuti, uno dei co-fondatori – Scegliamo i migliori: solo così possiamo sentirci sicuri, portandoli a casa delle persone per occuparsi di tutto, dal letto da rifare, il bagno da pulire e non dimentichiamoci lo stiro”.

La startup, che ora ha creato il portale homyn.com, ha mosso concretamente i primi passi a maggio 2015 a Milano, scelta come città per testare il servizio e la soddisfazione di clienti e operatori. I risultati sono ottimi, visto che sono nell’ultimo mese il fatturato è cresciuto del 50% e c’è molta fiducia rispetto al raggiungimento di 1.000 ore mensili di servizi erogati entro la fine dell’anno in corso. Nel futuro della startup c’è un’espansione nel territorio lombardo e lo sbarco in altre grandi città: il prossimo passo sarà l’avvio del servizio a Roma.