Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

CAMBIO AL VERTICE

Hp, lascia il Ceo Weisler. E i conti del trimestre sono in calo

L’azienda annuncia che il top manager si è dimesso per questioni familiari. Sarà sostituito da Enrique Lores, numero uno delle soluzioni Imaging & printing

23 Ago 2019

D. A.

Dion Weisler, Chief Executive Officer di Hp da quattro anni, ha lasciato l’incarico, e sarà sostituito da Enrique Lores. L’ha annunciato la stessa azienda comunicando i risultati del terzo trimestre e aggiungendo che le previsioni per il prossimo quarter parlano di una contrazione degli utili inferiore alle stime di Wall Street. Due brutte notizie che hanno fatto perdere ieri alle azioni della società il 6% del valore. I risultati del terzo trimestre hanno mostrato una situazione sostanzialmente stabile sul fronte delle revenue, con 14,6 miliardi di dollari di fatturato (+0,1%), sotto le attese degli analisti. È cresciuto però il margine rettificato per azione, pari a 58 centesimi, sopra i 55 centesimi previsti.

Rispetto al cambio al vertice, il gruppo ha precisato che l’uscita di scena di Weisler (nella foto) è legata a problemi di famiglia – di salute, nella fattispecie – che il manager ha bisogno di affrontare personalmente. “A nome di tutto il board, rispettiamo la decisione di Dion di supportare le necessità della sua famiglia”, si è limitato a commentare Chip Bergh, chairman del consiglio di amministrazione. Al posto del dimissionario Weisler, come detto siederà nel board Enrique Lores, veterano di Hp che attualmente ricopre la carica di presidente delle soluzioni Imaging & printing. Lores sarà ufficialmente Ceo di Hp a partire dal primo novembre. Lores è in azienda da circa trent’anni: entrato come stagista nel reparto ingegneristico, è riuscito a scalare l’organigramma arrivando a giocare, negli scorsi anni, un ruolo importante sia nella trasformazione di Hewlett-Packard in due compagnie distinte, sia nell’acquisizione da oltre un miliardo di dollari della divisione stampanti di Samsung.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3