Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

I data center “green” di Ibm premiati dalla Commissione Ue

Il riconoscimento ai siti di Schwalbach e Oberursel in Germania dove la Mobile Measurement Technology garantisce un’efficiente gestione energetica

14 Dic 2010

Un premio “green”. La Commissione Europea ha premiato i data
center Ibm di Schwalbach e Oberursel in Germania per l’efficiente
gestione energetica. Realizzati nell’ambito di un contratto di
outsourcing con Deutsche Bank nel 2002, da questi data center Ibm
fornisce servizi IT a numerosi clienti dei settori dei servizi
finanziari, dell’industria chimica e del retail .
L’efficiente gestione energetica in questi data center è resa
possibile grazie al consolidamento e alla virtualizzazione dei
server, all’uso intelligente dell’energia elettrica, con lo
spegnimento in remoto dei server inattivi, e ad un efficiente
concetto di raffreddamento dell’ambiente data center. L’uso del
“Free Cooling” nel sistema di condizionamento si combina ad una
corretta gestione dei flussi d’aria. Le zone di aria calda e
fredda sono distinte e controllate mediante la sigillatura di
tratti di condotti di cavi aperti. Di conseguenza, il potenziale
risparmio energetico può arrivare al 30% solo per il costo del
raffreddamento.
Ibm utilizza la Mobile Measurement Technology (Mmt) per pianificare
la gestione energetica all’interno di questi data center. Mmt
registra e analizza le temperature e i flussi d’aria in modo
tridimensionale: con Mmt, i dati vengono raccolti attraverso
migliaia di sensori e presentati graficamente in 3D. Il software
esegue l’interpolazione delle condizioni di temperatura
all’interno dei data center, ed è in grado di rilevare punti
caldi, punti freddi e flussi d'aria. Grazie all’accesso
online basato sul web, i data center possono essere monitorati da
qualsiasi sede remota.
"La tecnologia Mmt ci fornisce elementi di conoscenza sui
flussi energetici e garantisce un risparmio netto di energia, oltre
ad un elevato grado di sicurezza e di affidabilità – spiega Stefan
Riedel, Director of Outsourcing, Ibm Germany – perché i punti
deboli vengono segnalati immediatamente, evitando così i tempi di
fermo macchina”.