Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

#EYCAPRI

#EYCAPRI Ibarra: “Università devono cambiare modello. E farsi ‘consulenti'”

“Bisogna intercettare in anticipo le esigenze del mercato del lavoro”, sottolinea il Direttore del Master in Management & Technology alla Luiss. E riguardo alle istituzioni: “Il tema è di awareness. No a nuova regolamentazione. Serve coraggio ora o sarà troppo tardi”

06 Ott 2017

Mila Fiordalisi

“Le università devono farsi consulenti e comprendere in anticipo le esigenze del mercato del lavoro”. Lo ha detto l’ex Ad di Wind Tre Maximo Ibarra, in qualità di Direttore del Master in Management and Technology della Luiss in una video-intervista rilasciata in occasione dell’EY Capri Digital Summit.

“Le università devono essere più dentro le cose che riguardano le grandi aziende e non bastano i corsi”, ha detto Ibarra. Determinante il ruolo delle istituzioni. “Il tema è di awareness, di consapevolezza. Bisogna favorire la contaminzazione delle iniziative innovative”. Il tutto senza imbrigliare la macchina: “Non serve nuova regolamentazione, siamo in una fase in cui la cosa più importante è creare conoscenza e creare il network”.

Ma Ibarra fa notare che “o si procede a grande velocità oppure i modelli di business rischiano di essere messi seriamente a repentaglio. Questo è il momento del coraggio, bisogna cambiare gli schemi validi fino ad oggi. La società va avanti in trend lineare, la tecnologia in trend esponenziale. Serve una grande spinta ora altrimenti sarà troppo tardi”.

Argomenti trattati

Approfondimenti

E
eycapri
M
maximo ibarra

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link