Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Ibm acquisisce Algorithmics. Focus sulla business analytics

Raggiunto l’accordo da 387 milioni di euro per l’acquisto della società attiva nello sviluppo di software per la gestione del rischio finanziario. 900 dipendenti passeranno sotto l’ombrello del Software Group di Big Blue

05 Set 2011

Ibm scommette sui software per l'analisi del rischio. E lo fa
annuncuiando di aver raggiunto l’accordo definitivo per
l’acquisizione di Algorithmics per 387 milioni di dollari (salvo
eventuali adeguamenti di prezzo al closing).

Algorithmics è appunto una società attiva nelle soluzioni per
l’analisi del rischio con sede operativa a Toronto, Canada.
Soluzioni utilizzate da banche, società di investimento e
compagnie di assicurazioni per valutare il rischio, soddisfare i
requisiti normativi e prendere decisioni di business più accurate.
Algorithmics fa parte del Gruppo Fitch, la cui partecipazione di
maggioranza è detenuta da Fimalac, holding con sede a Parigi,
Francia.

"L’acquisizione – spiega Big Blue in una nota – espande le
funzionalità di business analytics di Ibm nel settore dei servizi
finanziari, aiutando i clienti a quantificare, gestire e
ottimizzare la loro esposizione su un’ampia gamma di rischi
finanziari, tra cui mercato, liquidità, credito, operativo e
assicurativo, oltre a capitale economico e di vigilanza".

In una recente indagine dell’Ibm Institute for Business Value,
condotta su scala mondiale con la partecipazione di 1.900 Cfo,
quasi la metà di loro ha indicato che le proprie direzioni finanza
non sono efficaci nelle aree di strategia, integrazione delle
informazioni, gestione del rischio e delle opportunità. Il ruolo
dei direttori finanziari in tutti i settori si sta evolvendo, con
un più frequente coinvolgimento nei colloqui al vertice su
previsioni, redditività ed esposizione ai rischi. L’indagine
rivela che l’importanza di integrare le informazioni è più che
raddoppiata, rispecchiando l’aumento esponenziale del volume e
della velocità delle informazioni nelle imprese di oggi. I
direttori finanziari sono sempre più coinvolti nella mitigazione
del rischio aziendale nelle sue molteplici forme – sia esso
strategico, operativo, legale o ambientale.

In tutto il settore finanziario, dunque, la gestione integrata del
rischio continua a rappresentare una sfida, resa ancor più
pressante da normative emanate in risposta alla crisi finanziaria
globale. I professionisti finanziari hanno il compito di prendere
decisioni in tempo reale, analizzando le attività che si
verificano sia all’interno che all’esterno delle proprie
organizzazioni. Grazie alla sinergia tra la business analytics di
Ibm e di Algorithmics, le aziende possono misurare e valutare i
rischi operativi associati ai processi di prestito, al market e
credit risk. Disporre anticipatamente di questo tipo di trasparenza
e conoscenza granulare del rischio finanziario può aiutare le
organizzazioni a soddisfare i nuovi requisiti normativi.

"L’attuale situazione economica impone alle istituzioni
finanziarie di avere una maggior liquidità, una migliore
comprensione della propria posizione finanziaria e la capacità di
offrire più trasparenza agli stakeholder – spiega Rob Ashe, Ibm
General Manager, Business Analytics – La sinergia tra le competenze
di Algorithmics e il portafoglio di IBM deep analytics consentirà
ai clienti di adottare un approccio olistico nella gestione del
rischio e di rispondere alle evoluzioni di mercato”. L’accordo
di Ibm con Algorithmics ribadisce la necessità delle aziende di
abbattere i silos al fine di acquisire una vista a 360° dei
possibili rischi d’impresa, per la pianificazione strategica, le
attività operative e l’individuazione di nuove opportunità di
crescita.

Più di 350 clienti, incluse 25 delle prime 30 banche e più di due
terzi dei partecipanti al Cro Forum delle principali compagnie di
assicurazione, utilizzano il software di business analytics e i
servizi di consulenza di Algorithmics. I clienti comprendono The
Allianz Group, BlueCrest, Hsbc, Nedbank, Nomura, Société
Générale e Scotia Capital.

“È sempre più importante fornire soluzioni integrate che
consentano una profonda conoscenza del rischio e un efficace
supporto decisionale, oltre a soddisfare i requisiti normativi in
rapida evoluzione. La necessità di avere le informazioni giuste al
momento giusto è fondamentale per sviluppare e gestire le
strategie di business – sottolinea Michael Zerbs, president e Coo,
Algorithmics – La combinazione tra leadership di pensiero,
tecnologia, contenuti e servizi di Algorithmics e le attività di
business analytics di Ibm, riconosciute a livello mondiale,
aiuterà un più ampio gruppo di clienti a migliorare le proprie
performance aziendali, grazie a una più approfondita comprensione
del rischio”.

l team di Business Analytics and Optimization conta più di 8.000
consulenti, inclusi 200 matematici con oltre 500 brevetti e una
rete di centri di soluzioni per la business analytics, sostenuti da
un investimento complessivo di più di 14 miliardi di dollari in
acquisizioni negli ultimi cinque anni. Il focus di Algorithmics sul
rischio di credito, mercato e liquidità, oltre ai clienti chiave
nel rischio operativo, rafforzerà ed espanderà i servizi di
consulenza sul rischio di Ibm.

L’acquisizione è soggetta alle approvazioni della autorità di
vigilanza competenti e alle altre abituali condizioni di closing.
Con il suo perfezionamento, circa 900 dipendenti di Algorithmics
entreranno a far parte del Software Group Ibm.