Identità digitale, scatta il countdown per il piano informatico - CorCom

AGENDA DIGITALE

Identità digitale, scatta il countdown per il piano informatico

Entro metà febbraio le amministrazioni dovranno definire le procudure per l’attivazione dei servizi fruibili tramite Spid. Focus anche su fattura elettronica e pagamenti digitali

02 Feb 2015

F.Me.

Restano 15 giorni per fare la burocrazia online. A dieci anni di distanza dalla pubblicazione del Cad il quadro regolamentare su documento, protocollo informatico e firme elettroniche è completo. Ora le PA devono adeguarsi.

Come scrive Il Sole 24 Ore, entro metà febbraio gli enti dovranno approvare un piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze e dichiarazioni che permetta la compilazione online con procedure guidate e accessibili tramite autenticazione con lo Spid, la cui fase di avviso è fissata ad aprile 2015.

Ulteriore scadenza è quella del 31 marzo quando diventerà operativa la fatturazione elettronica nelle PA locali. Prima di procedere alla gestione online delle fatture, le amministrazioni dovranno avere compiuto una riorganizzazione funzionale e procedurale, censendo gli uffici destinatari e richiedendo il codice univoco gestito dall’Ipa.

Riflettori anche sui pagamenti: entro il 31 dicembre 2015 le amministrazioni dovranno elaborare un piano di attivazione con le attività da compiere e i tempi di realizzazione.

Correlati a questi adempimenti ci sono quelli relativi al documento informatico: nonostante per l’adeguamento ci sia tempo fino ad agosto 2016, le PA devono avviare in tempi rapidi il percorso che porterà a trattare e identificare i documenti nel sistema di gestione informatica, curando gli aspetti legati al protocollo e ai fascicoli digitali.