Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA SPERIMENTAZIONE

II Wi-fi 6 sale in cattedra: l’insegnamento diventa “su misura”

Via al progetto pilota firmato Huawei e Wireless Broadband Alliance alla Universidad de Mondragón in Spagna. L’adozione del nuovo standard consentirà di aprire a nuove forme di apprendimento

31 Ott 2019

L. O.

Il wi-fi 6 sbarca nelle aule della Universidad de Mondragon, in Spagna. E promette una rivoluzione nel mondo dell’apprendimento: più coinvolgimento di studenti e professori e “liberazione” del potenziale del mondo accademico.

L’adozione del nuovo standard è frutto del progetto pilota annunciato al Wireless Global Congress: sarà avviato da Huawei in collaborazione con la Wireless Broadband Alliance e richiederà una serie di test di verifica con l’obiettivo di esplorare casi d’uso innovativi del “wireless ad alta efficienza” coinvolgendo attivamente gli studenti e migliorando metodi e risultati di apprendimento.

La sperimentazione aprirà la strada a metodi di educazione immersiva come la realtà virtuale e la realtà aumentata che stanno già profondamente cambiando il modo in cui insegnanti e studenti interagiscono in aula. Ma si prevede anche che il processo di sperimentazione avrà un impatto sulle trasmissioni in diretta online e sull’istruzione da remoto, modalità che stanno favorendo il passaggio da un’istruzione collettiva a una sempre più individuale e pertanto personalizzabile.

Wi-fi 6, l’insegnamento diventa “personalizzato”

Con il progetto pilota wi-fi 6 Huawei collaborerà con la Wireless Broadband Alliance per garantire che le reti wi-fi si adattino sempre più alle esigenze di insegnanti e studenti in un contesto di istruzione superiore caratterizzato da requisiti di accesso ad alta densità e modalità di insegnamento sempre più diversificate.

Con il nuovo standard, fa sapere l’azienda, “la capacità di college e università di sviluppare talenti non sarà più limitata da fattori di rete come la larghezza di banda e la latenza”, offrendo così un’esperienza di insegnamento a portata di mano degli studenti.

“Il wi-fi 6 comporta una rivoluzione tecnologica – ha detto Li Xing, Vp Campus Network Domain, Huawei Data Communication Product Line. nel corso del Wireless Global Congress -. I prodotti AirEngine Wi-Fi 6 abilitati all’intelligenza artificiale di Huawei assicurano capacità di analisi e ottimizzazione delle reti in tempo reale, migliorando notevolmente la qualità della rete e offrendo un’esperienza di connessione eccellente e diffusa. Huawei collaborerà con WBA per lanciare la sperimentazione del Wi-Fi 6 che migliorerà in modo significativo i servizi legati al Wi-Fi nel contesto dell’istruzione superiore”.

“Il wi-fi è diventato parte integrante della quotidianità di milioni di persone in tutto il mondo e, a partire da oggi, consentirà a studenti e insegnanti di apprendere in modi sempre più coinvolgenti e collaborativi – dice Tiago Rodrigues, Ceo di WBA – Obiettivo offrire un’esperienza di roaming Wi-Fi senza soluzione di continuità per studenti e docenti, migliorando complessivamente la qualità dei metodi e delle risorse disponibili ai fini dell’apprendimento per le generazioni future”.

“Rispetto ad altri ambiti, i college e le università hanno un maggiore bisogno del Wi-Fi 6 – dice Jesus Lizarraga, Telematics Coordinator of Mondragon University –. Per questo abbiamo da poco implementato prodotti Wi-Fi 6 di Huawei, così da ampliare la larghezza di banda. Prevediamo che il Wi-Fi 6 ci consentirà di esplorare nuove modalità educative per il futuro”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2