Il 28 novembre a Roma in scena il #COSMOsmHack - CorCom

Il 28 novembre a Roma in scena il #COSMOsmHack

10 Nov 2015

Una “maratona di coding” finalizzata allo sviluppo e alla promozione di un ‘Proof of Concept’ (POC) per applicazioni innovative in 4 diversi ambiti tematici: coste e mari, emergenza e sicurezza, beni culturali, agricoltura. #COSMOsmHack, evento in programma il 28 e il 29 novembre a Roma presso la sede dell’Agenzia Spaziale Italiana, organizzatrice assieme alla società partecipata e-GEOS e BIC Lazio, sarà un vero e proprio hackathon dedicato all’utilizzo dei dati di osservazione della terra della costellazione satellitare COSMOSkyMed.

Le applicazioni innovative potranno essere concept design, mock–up, demo, prototipo di app, applicazione web e mobile. L’iniziativa, che vede coinvolti anche due partner industriali come Telespazio (Finmeccanica 67%, Thales 33%) e Thales Alenia Space Italia (Thales 67%, Finmeccanica 33%), si propone di promuovere e incentivare lo sviluppo di nuove imprese nel campo della ricerca e dell’innovazione, supportando la nascita di startup in grado di realizzare applicazioni utilizzabili da istituzioni, imprese e utenti privati.

COSMOSkyMed è una risorsa dalle potenzialità immense, e le applicazioni sui dati dell’Osservazione della Terra sono ancora tutte da scoprire e da sfruttare per migliorare la nostra società – spiega il presidente dell’ASI, Roberto Battiston – Queste iniziative ci aiutano a far diventare lo spazio il punto di partenza di startup innovative, e ci fanno capire l’importanza della Space Economy per lo sviluppo del nostro Paese. Sono certo che tutti i partecipanti a #COSMOsmHack insieme al laptop porteranno idee innovative, perché lo Spazio è sempre alla ricerca di nuove e grandi idee”.

Le iscrizione al #COSMOsmHack potranno essere effettuate sul sito dell’ASI all’indirizzo www.asi.it/it/eventi/workshop/cosmosmhack entro il 26 novembre. Saranno gli organizzatori a costituire i team, con al massimo 5 concorrenti, privilegiando ove possibile le aree tematiche indicate dai partecipanti all’atto della registrazione.

Il vincitore, oltre a un possibile sostegno economico da 15mila euro, tre mesi di pre-incubazione (approfondimento e studio di fattibilità del business model) e successivi sei mesi di incubazione gratuita in caso di avvio positivo della startup, potrà presentare la proposta premiata al 67° International Astronautical Congress (IAC), in programma dal 26 al 30 settembre 2016 a Guadalajara, in Messico.