Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Il 28 novembre la “Notte dei satelliti”

24 Nov 2014

Partirà il prossimo 28 novembre a Roma la “Notte dei Satelliti”, l’evento per conoscere i vincitori delle nove categorie degli Eutelsat TV Awards 2014. La cerimonia di premiazione, all’interno del Rome Cavalieri Waldorf Astoria Hotel, designerà per la diciassettesima volta i migliori canali tematici trasmessi dai satelliti Eutelsat scelti dalla giuria internazionale. L’evento celebrerà inoltre un anno record per la TV via satellite grazie ad un’audience in crescita, un trend reso possibile dagli alti tassi d’innovazione, dalla creatività e dall’offerta di nuovi canali.

In termini d’innnovazione, quella romana si annuncia una grande serata, intensa e divertente, grazie anche alle demo di due produzioni nello standard 4K trasmesse durante l’evento: “La Bohème” diretta da Ettore Scola e coprodotta da Rai Com con DBW Communication e il documentario “Roma, Napoli, Venezia… in un crescendo rossiniano” con la regia di Lina Wertmüller prodotto dalla Direzione Strategie Tecnologiche Rai in collaborazione con Eutelsat. Gli Eutelsat TV Awards 2014, oltre alla giusta celebrazione per i vincitori, daranno dunque risalto anche al percorso d’innovazione tecnologica che investe la televisione digitale.

Agli Eutelsat TV Awards è già annunciata la partecipazione, con i vertici dei network e dell’industria televisiva, i rappresentanti delle istituzioni, dell’ambasciata francese e del Kuwait, di alcuni volti noti dei canali in competizione, tra i quali Chef Rubio, la star del programma sullo street food “Unti e bisunti” e protagonista della nuova sfida culinaria sempre in onda su DMAX “Il re della griglia”, Marco D’Amore protagonista della serie Gomorra, il direttore di Sky TG24, Sarah Varetto.

Nel contesto internazionale degli Eutelsat TV Awards, l’Italia recita un ruolo di primissimo piano, ribadendo la leadership nelle produzioni televisive. Candidati alla vittoria finale sono Rai YoYo nella categoria “bambini”; Rai Storia e Rai 5, categoria “cultura/documentari”; DMAX, categoria “lifestyle”; Sky Cinema 1 HD, categoria “cinema”; Radio Italia, categoria “musica”, Sky Sport Moto GP HD, categoria “sport”; Gomorra, la fiction prodotta da Sky Atlantic HD, categoria “best programme”. Nella “Notte dei Satelliti” brilla l’Italia televisiva: sui 31 canali in lizza, 8 sono italiani.

Argomenti trattati

Approfondimenti

E
eutelsat
E
eventi
I
IT
R
rai
S
Sky

Articolo 1 di 5