Il contest Banca Digitale continua fino al 30 settembre - CorCom

Il contest Banca Digitale continua fino al 30 settembre

23 Lug 2015

È stato prorogato fino al 30 settembre il contest “Banca Digitale”, il concorso di Sec Servizi e Talent Garden in collaborazione con l’Università Ca’ Foscari di Venezia, Università degli studi di Padova, Cuoa Business School, Fondazione Comunica e Start Cube, che mette in palio 24mila euro e una borsa di studio di 6 mesi al Tag per i giovani in grado di ideare nuove soluzioni digitali e nuove idee per il mondo bancario.

Il contest, lanciato ufficialmente a giugno, sta ottenendo un r isultato che va al di là delle più ottimistiche previsioni e che ha convinto gli organizzatori a prorogare la scadenza del bando: soltanto nell’ultimo fine settimana infatti il sito www.banca-digitale.com ha fatto registrare più di 15mila accessi.

Il contest è riservato a singoli o a gruppi di persone di età compresa tra i 18 e 39 anni che risiedano in Italia. Il contest si sviluppa in 3 sezioni autonome.

Entro il 15 ottobre 2015 la Commissione esaminatrice composta da esperti di innovazione digitale, figure imprenditoriali, rappresentanti dell’Università, selezionerà i progetti finalisti: 3 per ogni sezione.

Entro il 24 ottobre 2015 si svolgerà il contest per i finalisti, organizzato in occasione di un “pitch&drink” presso la sede del Talent Garden di Padova. Gli autori finalisti avranno a disposizione 10 minuti ciascuno per presentare il proprio progetto al pubblico ed alla giuria. I tre progetti vincitori saranno indicati dalla giuria al termine delle presentazioni dei progetti finalisti.

Il Premio per ciascuna sezione consisterà in:

– una borsa di studio di 6 mesi, consistente in 1 spazio co-working per 6 mesi in TAG Padova (scrivania, connessione, eventi etc)

– un gettone di 8.000 € per ciascun progetto vincitore (totale 24.000 €), erogato direttamente da SEC SERVIZI

– attività di mentoring, a cura di Sec Servizi, per tutta la durata della borsa di studio.

“Sec Servizi ha scelto di percorrere una strada nuova perché, se si vuole fare innovazione, ci dev’essere libertà di sperimentare, anche a costo di sbagliare – dice Stefano Baccarin, Direzione Progetti e Sistemi Direzionali, Sec Servizi – Per innovare c’è bisogno di smarcarsi dal peso di un retaggio culturale tradizionale: Sec Servizi offre ad aziende bancarie servizi fortemente innovativi, ma stiamo comunque parlando di aziende che hanno un background culturale molto tradizionale. Per vivere l’innovazione, abbiamo bisogno di idee e persone che provengono da un contesto culturale diverso. Per questo abbiamo deciso di puntare sui giovani, perché riescono a ragionare fuori dagli schemi. La speranza è che dal contest Banca Digitale emergano contenuti di riflessione alternativi agli ambiti in cui già operiamo con successo”.

Per Gianni Potti, presidente Confindustria servizi innovativi e co-Founder Talent Garden Padova, “viviamo nell’epoca della condivisione, della sharing economy, e SEC Servizi con questa iniziativa dimostra di essere al centro dell’innovazione: per la prima volta a Nordest le banche si mettono in gioco con i giovani per rilanciare le idee, le grandi protagoniste dell’epoca che stiamo vivendo”.

Argomenti trattati

Approfondimenti

B
banca digitale
G
Gianni Potti