Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LAVORI IN CORSO

Il futuro di Deutsche Telekom? Meno Stato e più startup

Il governo tedesco punta a ridurre la partecipazione nella telco, oggi al 14,3%. Intanto l’azienda annuncia un mega-fondo da 620 milioni di dollari per investire nelle neo imprese del territorio

11 Nov 2014

L.M.

Grandi movimenti intorno, e dentro, Deutsche Telekom: il governo sta pensando di ridurre la sua partecipazione nel colosso tedesco delle tlc, mentre DT lancia un mega fondo da 620 milioni di dollari per investire nel fiorente ecosistema delle startup attive nel Paese.

Oltre a Deutsche Telekom, l’esecutivo tedesco vuole ridimensionare anche la sua partecipazione in Deutsche Post e Deutsche Bahn. È quanto emerge da un documento del ministero delle Finanze diffuso da Reuters. Il rapporto sarà presentato domani a Angela Merkel.

Attualmente il 14,3% di Deutsche Telekom è in mano pubblica e la possibilità di ridurre la quota, secondo il documento, va “attentamente esaminata”. Un altro 17% di DT è in mano alla banca pubblica KfW. Tra le possibili privatizzazioni ci sono anche quelle di Deutsche Post, Deutsche Bahn e degli aeroporti di Monaco, Berlino, Colonia e Bonn. Secondo il documento la privatizzazione delle ferrovie dipenderà dalle condizioni di mercato.

Deutsche Telekom intanto si prepara a scommettere una cifra consistente – appunto da 620 milioni di dollari – sulle startup “nuove e mature” attraverso la creazione di un mega fondo d’investimento con l’impegno dichiarato di “espandere considerevolmente il raggio e il volume di propri investimenti in venture capital e innovazione tecnologica”.

La nuova company sarà chiamata Deutsche Telekom Capital Partners o DTCP. Il fondo, che investirà in aziende nell’arco dei prossimi cinque anni, è destinato a sostituire il già esistente ed analogo strumento finanziario di DT, ma di dimensioni più ridotte, T-Venture. Il nuovo organismo di fatto raddoppierà i propri impegni di investimento.

DTCP intende combinare l’expertise e la forza di una grande corporation con l’agilità e la flessibilità di una piccola società di investimento: il meglio dei due mondi per contribuire al progresso di DT” ha detto Tim Höttges, Ceo di Deutsche Telekom. DTCP, ha proseguito, avrà un “focus speciale sull’ecosistema delle startup tedesche, che è entusiasmante e in crescita”.

Inoltre il fondo consentirà al ramo di DT impegnato negli investimenti in private equity in grandi aziende hi-tech di “realizzare una collaborazione operativa tra Ott e Deutsche Telekom”.

Articolo 1 di 5