Il Mise spinge sulle smart city: Vicari a capo della task force - CorCom

Il Mise spinge sulle smart city: Vicari a capo della task force

Il gruppo di lavoro coordinerà le politiche industriali del settore. Il sottosegretario: “Presenteremo un programma che rivoluzionerà urbanistica e servizi nei centri abitati”. Due bandi in Campania per raccogliere idee innovative

18 Set 2015

A.S.

Promuovere città e comuni intelligenti, le cosiddette smart city, grazie al coordinamento delle misure di politica industriale indirizzate al settore. E’ questo l’obiettivo della task force appena costituita al Ministero dello Sviluppo Economico grazie a un decreto del ministro Federica Guidi

A presiedere il gruppo di lavoro sarà il sottosegretario delegato alle Smart City, Simona Vicari (nella foto). “Si tratta dell’ultimo passo prima della presentazione ufficiale del programma destinato a rivoluzionare l’urbanistica, la tecnologia e i servizi delle nostre città – afferma Vicari – La task force ci permette di poter vagliare al meglio tutti gli aspetti legati alle politiche industriali nelle loro diverse caratteristiche, dalle reti alle imprese”.

Nel programma operativo della task force c’è lo studio, l’analisi, il disegno, l’opportuna integrazione e il monitoraggio “delle misure orientate a favorire la diffusione di reti elettriche intelligenti e connesse alle infrastrutture di banda larga, le smart grid. E inoltre – si legge in un comunicato del Ministero – la promozione di attività di ricerca e sviluppo nel campo dei dispositivi, delle soluzioni e dei servizi per Smart City, il rafforzamento della competitività della struttura industriale dei settori con un’offerta nel campo delle infrastrutture anche grazie al rafforzamento dell’integrazione con start-up ad alto potenziale di crescita, e la diffusione ed il migliore coordinamento di interventi per la creazione di aree urbane con zero emissioni di anidride carbonica”.

Quanto alle attività sul territorio, Sviluppo Campania ha intanto pubblicato due avvisi di selezione per idee innovative per lo sviluppo di città intelligenti e per la fruizione turistica e la valorizzazione culturale dell’area di Pompei, “Creative Clusters Smart Cities” e “Creative Clusters Beni Culturali e Turismo”. L’iniziativa, spiegano dal ministero, è rivolta a studenti, imprenditori, laureati, ricercatori, startup innovative, spin-off universitari e industriali operanti sul territorio della Campania, in possesso di idee di business caratterizzate da un alto livello di creatività, processi e contenuti innovativi e capacità di migliorare lo sviluppo economico dei contesti di riferimento. Gli Avvisi scadono il 5 ottobre alle 12.00