Il neo Presidente del Parlamento Ue David Sassoli: “Rivoluzione digitale ha bisogno di regole” - CorCom

IL DISCORSO ALLA PLENARIA

Il neo Presidente del Parlamento Ue David Sassoli: “Rivoluzione digitale ha bisogno di regole”

Riflettori sulla digital transformation: “Necessario coniugare progresso tecnologico, sviluppo delle imprese e tutela del lavoratori e delle persone”

03 Lug 2019

Mila Fiordalisi

Direttore

La rivoluzione digitale sta cambiando in profondità i nostri stili di vita, il nostro modo di produrre e di consumare. Abbiamo bisogno di regole che sappiano coniugare progresso tecnologico, sviluppo delle imprese e tutela del lavoratori e delle persone”: questo uno dei passaggi chiave del discorso in Plenaria a Strasburgo del neo presidente del Parlamento europeo David Sassoli. Eletto con 345 voti al secondo scrutinio il deputato europeo – rieletto nelle liste del Pd (gruppo S&D) a maggio scorso – resterà in carica fino a gennaio del 2022.

“Siamo immersi in trasformazioni epocali: disoccupazione giovanile, migrazioni, cambiamento climatici, rivoluzione digitale, nuovi equilibri mondiali, solo per citarne alcuni, che per essere governate hanno bisogno di nuove idee, del coraggio di saper coniugare grande saggezza e massimo d’audacia”, ha detto Sassoli.

WHITEPAPER
Vita da CEO: quali sono gli strumenti necessari ai manager per vincere le sfide professionali
CIO
Digital Transformation

Il neo presidente del Parlamento europeo ha anche evidenziato la necessità di un rilancio “del nostro modello di economia sociale e di mercato”. “Le nostre regole economiche devono saper coniugare crescita, protezione sociale e rispetto dell’ambiente. Dobbiamo dotarci di strumenti adeguati per contrastare le povertà, dare prospettive ai nostri giovani, rilanciare investimenti sostenibili, rafforzare il processo di convergenza tra le nostre regioni e i nostri territori”.

IL DISCORSO IN PLENARIA DI DAVID SASSOLI

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

D
david sassoli

Approfondimenti

P
parlamento europeo
R
rivoluzione digitale