Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

TREND

Il retail alla sfida digital, cloud è la parola d’ordine

La trasformazione digitale delle catene di vendita viene abilitata da soluzioni nella nuvola, secondo una ricerca condotta da Forrester Consulting per Sap. Il vantaggio competitivo dei player “cloudificati” è quasi doppio rispetto alle altre aziende del settore

16 Gen 2019

Antonio Dini

L’81% delle aziende del settore retail che ha dato priorità alla trasformazione digitale puntando su customer centricity, digital consumer supply chain, tecnologie di distribuzione più intelligenti e monetizzazione di nuove offerte per i clienti è più avanti rispetto al 55% delle altre aziende che invece non hanno fatto scelte di questo tipo.

Nel settore retail il vantaggio passa dall’innovazione nel cloud e le aziende che innovano maggiormente, i cosiddetti “innovator retailers”, prevedono di continuare a sostenere investimenti sensibili nel marketing, nel customer engagement, nelle vendite, nel commercio, nella catena di approvvigionamento e nel merchandising.

In uno studio condotto da Forrester Consulting per Sap intitolato “Emerging Opportunities to Deploy Industry Processes in the Cloud” condotto a luglio 2018, l’87% di 135 aziende retail di nove paesi comprende l’importanza di un software che si integri end-to-end e in cloud nella catena del valore e sta facendo o pianificando investimenti in questa direzione.

“I retailer – dice Lori Mitchell-Keller, co-president of Sap Industries – che cercano di capire e connettersi meglio con i propri clienti, fornitori e partner occupano una posizione unica per trarre beneficio dalle soluzioni cloud. Questo studio evidenzia come i rivenditori considerino il cloud un fattore chiave per le loro priorità digitali e sono disposti a investire di più nella “nuvola” per supportare processi di business come infrastrutture, ricerca e sviluppo, commercio e vendite. Questo cambiamento non solo permetterà ai retailer di avvisare il proprio percorso per diventare un’organizzazione più intelligente, ma migliorerà anche la soddisfazione in termini di business”.

Ma come si fa a portare avanti la trasformazione digitale via cloud nel settore retail? I retailer più innovativi stanno attualmente sfruttando un mix di tecnologie intelligenti per raggiungere gli obiettivi di trasformazione digitale. Gli intervistati considerano l’Internet of Things (88%), analytics in tempo reale (86%) e il machine learning (84%) le tecnologie di trasformazione più significative per loro, mentre la stragrande maggioranza (92%) afferma che lo spostamento di processi end-to-end o di business verso un cloud di settore migliorerebbe la loro capacità di trasformare in modo digitale l’intero ecosistema.

Il 97% degli innovatori retail evidenzia inoltre un miglioramento nell’erogazione dei servizi e dell’efficacia, mentre il 93% ritiene di avere un netto vantaggio competitivo e infine il 93% ottiene risultati di business migliori grazie all’integrazione del cloud con il proprio ecosistema.

Se da un lato i retailer sono in prima linea nell’adozione del cloud, dall’altro il settore è ancora alle prime fasi di migrazione dei processi end-to-end nel cloud. Come osservato nello studio, i retailer comprendono i vantaggi delle soluzioni cloud ma hanno bisogno di elaborare i casi di utilizzo, gli elementi che costituiscono questa tecnologia e il suo impiego.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

C
Cloud
R
retail
S
sap

Articolo 1 di 3