Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Il traffico di Stoccolma gestito con un software

16 Apr 2010

Nell’ambito del suo impegno verso l’analitica di business, Ibm
ha annunciato una nuova collaborazione con il KTH Royal Institute
of Technology, per offrire ai residenti e ai funzionari della
città di Stoccolma un modo più intelligente per gestire e
utilizzare i trasporti. I ricercatori del KTH Royal Institute of
Technology in Svezia stanno utilizzando la tecnologia di analitica
in streaming, per raccogliere informazioni in tempo reale dai
dispositivi Gps (Global positioning system) collocati su quasi
1.500 taxi in città e presto il progetto verrà ampliato per
raccogliere dati da furgoni per le consegne, sensori del traffico,
sistemi di transito, dispositivi di monitoraggio
dell’inquinamento e informazioni meteorologiche.

I dati vengono elaborati utilizzando il rivoluzionario software di
analitica in streaming Ibm, InfoSphere Streams, offrendo alla
città e ai residenti informazioni in tempo reale sul flusso di
traffico, i tempi di percorrenza e le migliori opzioni di viaggio
per i pendolari. Ad esempio, un residente può inviare un sms
indicando la sua posizione e la destinazione desiderata. La
tecnologia elabora all’istante le informazioni in tempo reale su
traffico, ferrovie e meteo e fornisce i tempi di percorrenza
previsti con l'auto e con i trasporti pubblici, fornendo una
vista accurata e istantanea del modo più rapido per giungere a
destinazione.

Lo scorso anno, Ibm ha collaborato con la città di Stoccolma per
monitorare il flusso di traffico durante le ore di punta. Il
sistema di gestione degli ingorghi ha ridotto il traffico nella
capitale svedese del 20%, ha quasi dimezzato i tempi medi di
percorrenza, ha diminuito la quantità di emissioni del 10%, mentre
la percentuale di veicoli ecologici esenti da imposta è salita al
9%.

“Stiamo appena iniziando a capire le possibilità offerte
dall’analitica in streaming di Ibm”, spiega Gunnar Söderholm,
dell’amministrazione comunale. “Siamo entusiasti di collaborare
con il KTH per studiare soluzioni di trasporto più intelligenti
per gestire meglio le nostre strade e i nostri sistemi di trasporto
pubblico e aiutare i pendolari a giungere a destinazione nel modo
più rapido possibile”.

Il valore di InfoSphere Streams sta nella sua capacità di
integrare e analizzare qualsiasi tipo di dato immesso in modo
continuativo: testo, voce, immagini, video, database, bollettini
meteorologici, notizie, suoni, dati di mercato e dati applicativi
in tempo reale. Il software determina automaticamente quali
informazioni sono pertinenti per la risoluzione di un particolare
problema e perfeziona continuamente i risultati man mano che
arrivano nuovi dati, offrendo alle organizzazioni elementi di
conoscenza istantanei e accurati che, in un mercato in costante
cambiamento, possono tradursi in un vantaggio competitivo.

“A meno di un anno dalla sua presentazione, la nostra tecnologia
di stream computing sta registrando una rapida crescita e adozione
sul mercato”, spiega Arvind Krishna, general manager IBM
Information Management. “Dagli scienziati alle istituzioni
finanziarie, organizzazioni di tutti i tipi si rivolgono allo
streaming computing di IBM per acquisire elementi di conoscenza
istantanei dai propri dati”.

Il KTH ha ricevuto di recente un IBM Shared University Research
Grant, una sovvenzione per la ricerca che accelererà lo sviluppo
di sistemi di trasporto intelligenti e promuoverà la ricerca con
la città di Stoccolma.  “La capacità della tecnologia di
analitica in streaming di IBM di combinare diversi tipi di dati e
analizzarli in tempo reale è cruciale nell’ampliare i confini
della nostra ricerca”, spiega il professor Haris Koutsopoulos,
divisione logistica e trasporti, KTH. “Insieme possiamo cambiare
il modo in cui la gente pensa al pendolarismo e il modo in cui le
città gestiscono il traffico”.

Ibm ha anche annunciato una nuova versione del suo software di
analitica in streaming, che comprende un potenziamento della
velocità di elaborazione fino a tre volte e l’analisi predittiva
in tempo reale per i dati in transito. La nuova versione comprende
funzionalità di analitica predittiva, che consente alle
organizzazioni di effettuare predizioni e rilevazioni in tempo
reale, basate sui dati in transito. L’analitica predittiva
consente alle organizzazioni di comprendere meglio e di prevedere
il comportamento futuro, nonché di rispondere a domande come quale
parte di un veicolo ha la maggiore probabilità di guastarsi, dove
saranno commessi reati in un dato momento della giornata, qual è
la probabilità che un paziente abbia un infarto durante un
intervento chirurgico? Poiché i modelli predittivi possono essere
direttamente applicati a enormi volumi di dati in InfoSphere
Streams, si genera un’analisi in tempo reale e si determinano i
probabili esiti nel giro di secondi e minuti.

Il software di analitica in streaming fa parte di un investimento
Ibm da 12 miliardi di dollari, per la creazione di un portafoglio
di analitica che comprende innovazione organica e acquisizioni.
Inoltre, Ibm ha riunito 4.000 consulenti di analitica con
competenza del settore e ha aperto una rete di sette centri di
eccellenza nell’analitica.