INTERNAZIONALIZZAZIONE

Immobiliare online, l’italiana Casavo sbarca in Francia e punta all’espansione in Europa

Obiettivi ambizioni per la piattaforma di compravendita di immobili che annuncia l’acquisizione di Proprioo: conquistare il 5% delle aree metropolitane chiave entro il 2025. L’operazione messa a segno dopo il round da 400 milioni incassato a luglio

04 Ott 2022

L. O.

Casavo + Proprioo

Prosegue l’espansione di Casavo, la piattaforma italiana per la compravendita di immobili. La startup sbarca infatti in Francia con l’acquisizione di Proprioo, una delle principali PropTech del mercato d’Oltralpe. L’operazione segue il round di finanziamento di 400 milioni di euro chiuso a luglio e permette a Casavo di continuare a perseguire l’obiettivo di internazionalizzazione intrapreso negli ultimi due anni in una delle piazze più dinamiche del panorama europeo.

Obiettivo dello sbarco in Francia

Team internazionale composto da oltre 500 persone, Casavo è presente in 10 città oltre a Parigi (Milano, Roma, Torino, Firenze, Bologna, Madrid, Barcellona, Malaga, Siviglia e Lisbona) e ha all’attivo più di 5.000 transazioni, per un valore di oltre oltre 1,7 miliardi di euro.

WHITEPAPER
Porta la cultura del dato a ogni livello aziendale

Con oltre 1,2 milioni di transazioni annue, la Francia rappresenta la più grande opportunità di business di Casavo in Europa in termini di volumi. L’operatività parte da Parigi, città che vanta circa 45.000 transazioni residenziali all’anno e un mercato immobiliare molto più liquido rispetto a quello di altre città europee: in media il tempo necessario per una vendita nella capitale francese è inferiore del 40%-50% rispetto a quelli di Milano e Madrid.

Condizioni, si legge in una nota, che “si rivelano ideali per Casavo, che da sempre punta a facilitare e digitalizzare le transazioni residenziali, adattandosi alle diverse sfumature ed esigenze di ogni mercato”.

L’aumento di capitale guidato da Exor

L’ingresso di Casavo nel mercato francese avviene dopo aver chiuso lo scorso luglio un aumento di capitale di 400 milioni di euro, composto da un round Serie D di 100 milioni di euro guidato da Exor e un ulteriore capitale di debito di 300 milioni di euro, e dopo l’avvio delle attività in Portogallo lo scorso gennaio.

L’acquisizione di Proprioo consente a Casavo di far leva sull’expertise, sulla tecnologia e sulla rete di 150 professionisti, di cui più di 100 agenti immobiliari locali, del team di Proprioo.

Nel mercato francese in particolare, la stragrande maggioranza (circa il 60%) dei venditori vuole esplorare il mercato e cercare di ottenere il prezzo più alto, senza però dimenticare il fattore tempo. Per questo motivo, Casavo si impegna a trovare il migliore acquirente sul mercato, ma se il venditore non dovesse essere soddisfatto dell’offerta ricevuta, Casavo si fa garante della vendita entro cinque mesi  dalla firma del mandato e interviene come acquirente diretto.

La mission della società

“Siamo entusiasti di annunciare il nostro ingresso in Francia e contestualmente l’acquisizione di Proprioo – dice Giorgio Tinacci, Founder e Ceo di Casavo –. L’intero team di Proprioo – a partire dai founder Simon Primack e Henri Pagnon – ha lavorato finora in modo eccellente perseguendo la nostra stessa mission, siamo pertanto felici di unire le forze e continuare il percorso insieme. Miriamo a raggiungere una quota di mercato del 5% in tutte le aree metropolitane chiave entro il 2025, iniziando in particolare da Parigi. Siamo consapevoli che si tratti di un obiettivo ambizioso, ma siamo convinti che potremo raggiungerlo grazie alla nostra tecnologia, a importanti investimenti e al know-how locale di Proprioo”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

G
giorgio tinacci

Aziende

C
casavo
P
Proprioo

Approfondimenti

I
immobiliare
P
protech
R
real estate

Articolo 1 di 3