Impresa 4.0, via iper e superammortamento: sul tavolo il credito di imposta - CorCom

LA PROPOSTA

Impresa 4.0, via iper e superammortamento: sul tavolo il credito di imposta

Il ministro Patuanelli progetta un “bonus” valido per tre anni per investimenti ad alto contenuto tecnologico: si punta ad allargare la platea dei beneficiari del 40%. Focus sulle Pmi. Novità anche per la formazione

14 Nov 2019

Federica Meta

Giornalista

Via super e iper ammortamento, nel 2020 potrebbe arrivare un nuovo credito di imposta per gli investmenti di Impresa 4.0.  La proposta è stata presentata dal ministro per lo Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, in occasione del Tavolo di Transizione 4.0 con l’obiettivo è migliorare le norme della legge di Bilancio 2020.

Stando alla proposta, a risorse invariate, verrebbe introdotto credito d’imposta al posto dei due benefici finora in vigore. Le risorse stanziate sono pari a 7 miliardi di euro: con la nuova misura Patuanelli mira ad allargare la platea dei beneficiari, intercettando i bisogni delle piccole e medie imprese.

Entrando nel dettaglio, l’iperammortamento dei beni materiali connessi a Impresa 4.0 si trasformerebbe in un “bonus” del 40% per investimenti fino a 2,5 milioni con un beneficio fiscale annuale dell’8% per 5 anni; per investimenti tra i 2,5 milioni e i 10 l’aliquota del credito di imposta è pari al 20% con un beneficio fiscale del 5%.

Per quanto riguarda i beni immateriali, l’aliquota del credito è del 15% con un beneficio  beneficio fiscale annuale del 5% su 3 anni.

Il Mise è intenzionato a scollegare la fruizione dell’agevolazione su beni immateriali dagli investimenti nei beni materiali connessi all’Industria 4.0.

eventi digitali
Quale sia la tua esigenza di evento, noi l’abbiamo realizzata! Per il 2021 affidati a Digital360
Digital Transformation
Marketing

Sul fronte superammortamento, l’attuale maggiorazione al 30% è sostituita da un credito d’imposta riconosciuto fino a 2 milioni di euro di investimento pari al 6% con beneficio annuale pari all’1,2% per 5 anni.

Noviità anche per il credito d’imposta R&S e formazione 4.0

Nel primpo caso Patuanelli propone di estenderlo anche agli investimenti in innovazione e design sostituendo l’attuale metodo di calcolo incremenatel con una nuova modalità volumetrica.

Per il bonus formazione 4.0 si punta ad eliminare il vincolo dell’accordo sindacale.

@RIPRODUZIONE RISERVATA