Innova per l'Italia fa il pieno: raccolte 2315 proposte - CorCom

IL PROGETTO

Innova per l’Italia fa il pieno: raccolte 2315 proposte

Chiusa la call for action rivolta a università, aziende e centri di ricerca per lo sviluppo di soluzioni per la lotta al Coronavirus. Oltre 1640 le iniziative dedicate alle tecnologie avanzate

04 Mag 2020

F. Me.

Innova per l’Italia fa il pieno di progetti. Il contrubito del Cura-Italia che sostiene la produzione di dispositivi e tecnologie avanzate per la lotta al Coronavirus, ha raccolto 2315 proposte mentre 100 aziende sono state già considerate per l’incentivo e 12 lo hanno già ottenuto.

La maggior parte delle proposte – 1642 – riguardano le tecnologie di monitoraggio e prevenzione, 483 la riconversione e innovazione industriale e 190 la diagnosi del virus.

Cos’è Innova per l’Italia

Il progetto è un’iniziativa congiunta del Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli, del Ministro per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione Paola Pisano e del Ministro dell’Università e della Ricerca Gaetano Manfredi, insieme a Invitalia e a sostegno della struttura del Commissario straordinario per l’emergenza Coronavirus Domenico Arcuri.

“La tecnologia e l’innovazione in tutte le sue forme, attraverso processi, prodotti e soluzioni, può contribuire significativamente a rispondere all’emergenza, come si legge nella pagina di presentazione dell’iniziativa – spiegano dal Dipratimento Innovazione – C’è bisogno dell’impegno di tutti, perché l’innovazione tecnologica può essere la leva per rispondere velocemente a una situazione di crisi che impatta il nostro Paese in maniera drammatica”.

L’iniziativa, chiusa lo scorso 17 aprile, era rivolta ad aziende, università, enti e centri di ricerca pubblici e privati, associazioni, cooperative, consorzi, fondazioni e istituti a proporre il loro contributo in tre ambiti:

  • il reperimento, l’innovazione o la riconversione industriale delle proprie tecnologie e processi, per accrescere la disponibilità di dispositivi di protezione individuale (in particolare mascherine chirurgiche) e la produzione dei sistemi complessi dei respiratori per il trattamento delle sindromi respiratorie (inclusi singoli componenti).
  • il reperimento di kit o tecnologie innovative che facilitino la diagnosi del Covid-19, ovvero tamponi e elementi accessori o altri strumenti per la diagnosi facilitata e veloce, nel rispetto degli standard di affidabilità richiesta.
  • tecnologie e strumenti che, nel rispetto della normativa vigente, consentano o facilitino il monitoraggio e la prevenzione del Covid-19.
WHITEPAPER
Vita da CEO: quali sono gli strumenti necessari ai manager per vincere le sfide professionali
CIO
Digital Transformation

 

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

P
Paola Pisano

Approfondimenti

C
cura italia
I
Innova per l'Italia