L'INIZIATIVA

Innovazione digitale, ecco i vincitori del premio Anitec-Assinform

L’Iis Alessandro Volta di Frosinone, il Liceo scientifico Opz. Scienze applicate alle stimate di Verona, l’Iis Benedetto Castelli di Brescia e il Polo liceale Illuminati si aggiudicano il contest che mira a promuovere i progetti delle scuole che valorizzano le tecnologie. In campo anche Repubblica Digitale

10 Nov 2022

Lorenzo Forlani

digital-transformation-160203164311

L’Istituto Alessandro Volta di Frosinone, il Liceo Scientifico di Verona, l’Iis Benedetto Castelli di Brescia ed il Polo liceale L.Illuminati di Atri (Teramo) sono i vincitori del “Premio nazionale sull’innovazione digitale”, assegnato dalla Commissione di Valutazione di Anitec-Assinform – l’Associazione per l’Information and Communication Technology (Ict) di Confindustria, che è giunto alla terza edizione. L’Associazione ha assegnato ai 4 progetti vincitori un contributo di 2.500 euro ciascuno, e ha previsto una visita guidata al Polo scientifico di Trieste (Area Science Park) o al Polo scientifico di Genova, nella primavera 2023.

La natura e lo scopo dell’iniziativa

Nato in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e rivolto alle istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado, il Premio fa parte dell’iniziativa “Repubblica Digitale” del Dipartimento per la Trasformazione Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, è patrocinato dal Consiglio Nazionale dei Giovani e rientra nelle attività dell’Anno Europeo dei Giovani 2022 promosso dalla Commissione Europea.

WHITEPAPER
Il futuro è delle aziende componibili. Così si diventa flessibili e veloci nel cambiamento
CIO
Digital Transformation

Il progetto lanciato il 15 febbraio premia le scuole che, in collaborazione con aziende leader del settore Ict, hanno saputo ideare progetti innovativi in ambito digitale, considerando anche il loro potenziale per l’avvio di attività di impresa. Lo scopo dell’iniziativa è quello di coinvolgere studenti e insegnanti in un’azione proattiva di sensibilizzazione e orientamento per favorire la transizione al digitale del mondo della scuola, delle famiglie e della società nel suo insieme, valorizzando il ruolo e l’apporto delle tecnologie digitali. Tutti i progetti sono pubblicati sul sito www.anitec-assinform.it, e saranno valorizzati in future iniziative dell’Associazione.

I diversi premi nelle varie categorie

Nel dettaglio, la Commissione di Valutazione presieduta da Francesco Profumo (Presidente Fondazione Compagnia di San Paolo) e composta da Anna Brancaccio (Dirigente Ministero dell’Istruzione e del Merito – Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici per la Valutazione l’internazionalizzazione del Sistema Nazionale di Istruzione), Pier Giorgio Bianchi (Founder e Amministratore Delegato Talents Venture), Roberto Costantini (Direttore Summer School & Luiss Hubs), Mirta Michilli (Direttore Generale Fondazione Mondo Digitale) e Carlo Ridolfi (Consigliere e Coordinatore TdL Education Anitec-Assinform), ha assegnato i premi per diverse categorie:

– Per la categoria “Ict e Disabilità: come il digitale favorisce l’inclusione” è stato premiato l’Iis Alessandro Volta di Frosinone, autore del progetto “Androide Brother Lis + Braille”, realizzato in partnership con l’azienda Kromin Srl e Dac Engineering & Research.

– Per la categoria “Digital Enablers: le nuove tecnologie per lo sviluppo dell’Innovazione nei settori dell’economia e nella società (iot, big data, intelligenza artificiale, blockchain, 5g)” sono stati premiati il Liceo scientifico Opz. Scienze applicate alle stimate di Verona, autore del progetto “Uma(no)idea”, realizzato in partnership con l’azienda Rivela, e l’Iis  Benedetto Castelli di Brescia, autore del progetto “TinyAoi”, realizzato con l’azienda 2Bits.

– Per la categoria “Promozione della sicurezza del web e contrasto ai fenomeni di bullismo” è stato premiato il Polo liceale L.Illuminati di Atri (Te), col progetto “Cyber-eroi”, realizzato con l’azienda Cykel Software.

Alcune menzioni speciali sono state attribuite al Liceo scientifico e linguistico Statale Ceccano di Ceccano (Fr), col progetto “Crea La tua Impronta Digitale – Sicuri Nella Rete”, realizzato con Federica Web Learning, “per l’attenzione rivolta all’inclusione di genere e per la particolare cura nella realizzazione del progetto”; e al Liceo Chris Cappell, College di Anzio (RM), col progetto “Radio Web Chris Cappell College”, realizzato con K Service Srl, “per l’originalità del progetto e per aver testimoniato il valore della collaborazione tra Istituti e le Fondazioni Its”.

Si punta a colmare divario di competenze digitali

“Per la nostra Associazione lo sviluppo delle competenze digitali è una priorità, soprattutto quando si parla di giovani. Il Premio Nazionale sull’Innovazione Digitale è parte della nostra strategia sul tema della formazione e del lavoro del futuro e prevede azioni di awareness, progetti con le scuole per i giovani e proposte di policy. Il nostro impegno, in linea con quanto previsto dal Pnrr, è rivolto a colmare il divario di competenze digitali nel Paese con soluzioni strutturali e continuative nel tempo”, ha commentato il presidente di Anitec-Assinform, Marco Gay. “Con il Premio Innovazione Digitale possiamo confermare come la collaborazione scuola, impresa e istituzioni sia fondamentale con il doppio obiettivo per le future generazioni di far crescere il loro capitale di conoscenza e prepararli al mondo del lavoro. I ragazzi e le ragazze che hanno partecipato hanno mostrato, passione, interesse e spirito di squadra: skills fondamentali per affrontare la vita in un mondo in costante cambiamento”, ha aggiunto Gay.

Molto significativa la qualità dei progetti presentati

“Il progetto ‘Premio Innovazione Digitale’ ha visto quest’anno la partecipazione di un discreto numero di scuole anche a indirizzo liceale, ma la cosa più significativa è stata la qualità dei progetti presentati, questo a rappresentare l’attualità dei temi proposti nel settore delle Digital Skills“, le parole della dirigente Anna Brancaccio, membro della Commissione di Valutazione (Ministero dell’Istruzione e del Merito). “Particolarmente significativa è stata la condivisione dei progetti con le aziende madrine che ha permesso agli studenti di addentrarsi in tematiche di attualità anche nel mondo del lavoro, ma soprattutto ha permesso loro di esprimere idee innovative e dare concretezza alla loro creatività”, ha concluso.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4