Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

FONDAZIONE COTEC

Innovazione, il “Premio dei Premi” a 37 eccellenze italiane

Industria, PA, design, università e terziario i settori di appartenenza delle aziende vincitrici del riconoscimento assegnato dalla Fondazione Cotec. “I progetti innovativi scaturiscono sempre più dai rapporti tra creatività, ricerca e impresa”

17 Set 2014

di Luciana Maci

Dai big dell’industria quali Finmeccanica, Eni, Enel, Fincantieri, Ibm Italia e Rcs (solo per fare qualche nome), alle eccellenze del design italiano come Pininfarina; dalle startup di successo scaturite dal mondo dell’Università come Niso Biomed alla PA (Comune di Milano) alle banche e agli innovatori leader nel terziario: sono solo alcuni dei 37 vincitori del “Premio dei Premi per l’Innovazione”. Un Premio giunto alla VI edizione, istituito presso la Fondazione per l’Innovazione Tecnologica Cotec con decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri per celebrare la Giornata Nazionale dell’Innovazione.

Il Premio, conferito dal Presidente della Repubblica, consiste in un riconoscimento nazionale per i vincitori delle competizioni per l’innovazione periodicamente organizzate, nei settori dell’industria e servizi, dell’università e della ricerca pubblica, e della pubblica amministrazione.

L’Obiettivo del “Premio dei Premi” – consegnato oggi dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e Ricerca, Stefania Giannini – è sostenere la capacità di innovazione delle varie realtà produttive italiane per incentivare i protagonisti a proseguire nell’attività creativa affinché si sviluppi una cultura del cambiamento in sintonia con le finalità indicate dalla Commissione Europea in “Horizon 2020”.

“In uno scenario internazionale in cui il ritorno alla crescita economica è lento ed incerto – si legge in un comunicato del Cotec – e in cui soffrono occupazione e consumi, una risposta concreta può arrivare attraverso azioni di stimolo alla nostra capacità di fare innovazione. Dalle idee e dai progetti che hanno ricevuto questo importante riconoscimento emergono dinamiche estremamente interessanti che mettono in evidenza le forme di innovazione che scaturiscono sempre più dai rapporti fra creatività, ricerca e impresa. Tra l’altro la concreta attuazione della strategia “Europa 2020” passa attraverso politiche nazionali ed europee orientate a sostenere la ricerca e l’innovazione in tutti i settori produttivi al fine di sostenere un nuovo paradigma di crescita lungo il quale sviluppare direttrici di cambiamento realmente efficaci. Ne è testimonianza la strategia per un nuovo modello di industria europea, che integri competitività e sostenibilità nella dimensione della globalizzazione”.

I premiati per il settore Industria e Servizi-Grandi Imprese sono: Chiesi Farmaceutici, Fincantieri, System House.

Per il settore Industria e Servizi- Piccola e Media Impresa i premiati sono: Pontlab, Bellini, Vetrya, Zucchetti Centro Sistemi, Fluid-o-Tech, Laboratori Archa.

Vincitori del settore Industria e Servizi-Grandi Gruppi Industriali sono: Abb, Finmeccanica-Alenia Aermacchi, Barilla G. & R. F.lli, Enel, Eni, Ferrovie dello Stato Italiane, Fincantieri, Ibm Italia, Rcs MediaGroup.

Per il design italiano: Pininfarina, Comitato Addiopizzo, Angelo Di Porto.

Per Università e Ricerca Pubblica: Niso Biomed, Xaluxi, Optosensing, NuvoVec.

Per pubblica amministrazione: Comune di Milano, Dfp-Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Per il terziario (commercio, turismo, Ict nei servizi, Service design nei servizi): MilkyWay, Neosperience, DayBreakHotels, Uvet American Express Corporate Travel, Ingenico Italia, Alexander Dr Fleming.

Per il terziario (innovazione nei Servizi Bancari): Banca Mediolanum, Bnl Gruppo Bnp Paribas, Cariparma Credit Agricole, Unicredit.

Qui è possibile leggere le motivazioni del riconoscimento per ciascun premiato e il nominativo di chi ha ritirato il Premio.

Alcuni dei premiati hanno poi commentato a parte l’evento. In particolare Rcs ha ricordato di essere stata premiata per “essere stata, unitamente al Comune di Milano, promotrice e organizzatrice di App4Mi, il programma volto a valorizzare gli open data del Comune tramite un concorso per la realizzazione di app basate sui dati della municipalità e un campus formativo per giovani sviluppatori e designer, incentivando l’imprenditorialità digitale” (nella foto un momento della premiazione).

Vetrya, gruppo italiano leader nella fornitura di applicazioni e servizi in modalità cloud per reti di telecomunicazioni broadband, ha ottenuto il riconoscimento “per lo sviluppo di strategie che hanno fatto dell’innovazione e della formazione del personale il proprio vantaggio competitivo in un mercato nazionale e internazionale tecnologicamente dinamico”.

L’Abi ha sottolineato come, per il quarto anno consecutivo, il Premio Abi per l’innovazione nei servizi bancari abbia partecipato al Premio dei Premi, vedendo quattro sue banche arrivare sul podio. “Anche quest’anno – ha detto Giovanni Pirovano, membro del Comitato di Presidenza Abi – i progetti presentati dalle nostre banche incarnano perfettamente i driver fondamentali che guidano la ricerca e lo sviluppo tecnologico applicati a soluzioni, strumenti e servizi bancari sempre più evoluti, efficienti e sicuri: innovazione, originalità, valore per il cliente e per la banca, concretezza ed economicità”.

Alexander Dr Fleming, il network in franchising specializzato nello sviluppo di Farmacie, Parafarmacie e Corner ideato da Wm Capital, ha ottenuto il riconoscimento per la creazione di un nuovo concept di farmacia con layout innovativo e altamente tecnologico, specializzato nei servizi di diagnostica.

Articolo 1 di 5