NEW TOOLS PER LE AZIENDE

Intelligenza artificiale a misura di business, Sap adotta Watson di Ibm

Le nuove funzionalità aiuteranno ad aumentare la produttività grazie al linguaggio naturale e insight predittivi favorendo la trasformazione dei processi di business per aumentare il vantaggio competitivo. Intanto Microsoft lancia la new generation AI per Bing e Edge

Pubblicato il 04 Mag 2023

intelligenza-ai-robotica-

La tecnologia Ibm Watson verrà integrata nelle soluzioni Sap per fornire nuovi insight e automazione basati sull’intelligenza artificiale, con l’obiettivo di accelerare l’innovazione e creare esperienze utente più efficienti ed efficaci. Lo annunciano le due aziende, chiarendo che Sap utilizzerà le funzionalità Watson in particolare per potenziare il suo assistente virtuale in Sap Start, che fornisce un punto di ingresso unificato delle soluzioni Sap in cloud. Le nuove funzionalità di intelligenza artificiale in Sap Start saranno infatti progettate per aiutare gli utenti ad aumentare la produttività con funzionalità di linguaggio naturale e insight predittivi grazie alle soluzioni di intelligenza artificiale Ibm Watson, basate sui principi di fiducia, trasparenza e data privacy di Ibm.

“Questa fondamentale collaborazione con Ibm mira a fornire ai clienti Sap un’esperienza utente migliore, un processo decisionale più rapido e maggiori insight per trasformare i processi di business”, dichiara Christian Klein, ceo e membro del comitato esecutivo di Sap SE. “Lavorare insieme per integrare ulteriori tecnologie di AI, di apprendimento automatico e altre tecnologie intelligenti nelle soluzioni Sap può portare a risultati di business migliori per i nostri clienti. Queste novità, insieme alle recenti notizie sull’utilizzo esteso di Red Hat Enterprise Linux, sono un primo esempio di come la proficua partnership che continua da 50 anni tra le nostre aziende continui a crescere e a far progredire il settore.”

Focus su attività più strategiche

Le nuove funzionalità dell’assistente virtuale in Sap Start verranno estese alle soluzioni Sap per rispondere a diverse domande per manager e dipendenti. Automatizzando e accelerando le attività comuni, le funzioni sono state progettate per aiutare a focalizzare la produttività dei dipendenti in modo che possano concentrarsi su attività più strategiche. Sap Start consente ai clienti di trarre vantaggio dall’intelligence al momento del processo decisionale, con la possibilità di utilizzare l’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico per estrarre informazioni da un’ampia varietà di sorgenti dati e rispondere alle domande degli utenti di tutte le linee di business.

Una partnership già consolidata

Ibm fornisce funzionalità di intelligenza artificiale basate sui prodotti Watson utilizzati da più di 100 milioni di utenti in 20 settori. Inoltre, Sap e Ibm Consulting attualmente supportano i clienti con 25 soluzioni di settore che utilizzano le funzionalità Ibm Watson su Sap Business Technology Platform (Sap Btp). Queste soluzioni aiutano le aziende in settori quali retail, produzione e servizi pubblici ad accelerare la trasformazione di business e utilizzare i dati per prendere decisioni più informate.

Un modo per sfruttare la potenza trasformativa dell’AI

“Ibm e Sap stanno unendo le forze per offrire alle aziende nuovi e interessanti modi per sfruttare la potenza trasformativa dell’AI e utilizzarla come fonte di vantaggio competitivo”, dichiara Arvind Krishna, presidente e Chief executive officer di Ibm. “Con questo annuncio, stiamo integrando le potenti funzionalità AI di Ibm Watson nella piattaforma leader Erp di Sap per aiutare le aziende a reinventare le esperienze dei loro clienti, dare impulso alla produttività e sostenere la crescita”.

Microsoft lancia la nuova generazione AI di Bing ed Edge

Sempre in ambito AI, intanto, Microsoft fa sapere che è al lancio la nuova generazione di Bing ed Edge dotati di intelligenza artificiale grazie all’introduzione di nuove funzionalità che consentono di ampliare l’esperienza di ricerca e navigazione sul web, tra cui nuove modalità per portare a termine le attività, aggiornamenti visivi e l’estensione dell’esperienza in anteprima aperta.

Tra le principali novità emergono la disponibilità dell’anteprima aperta a tutti gli utenti (Microsoft estende la disponibilità dell’esperienza di Bing con AI a un maggior numero di persone, passando dall’anteprima limitata all’anteprima aperta a tutti gli utenti ed eliminando la lista d’attesa per la prova); l’introduzione della ricerca visiva (diverse ricerche dimostrano che il cervello umano elabora le informazioni visive circa 60.000 volte più velocemente dei testi, rendendo gli strumenti visivi un mezzo fondamentale per la ricerca, la creazione e la comprensione); l’introduzione della possibilità di ricevere risposte più ricche e visive – tra cui grafici e diagrammi – e una formattazione aggiornata delle risposte, per aiutare le persone a trovare più facilmente le informazioni; l’espansione di Image Creator a tutte le lingue di Bing (oltre 100), in modo da poter creare immagini nella propria lingua madre; un nuovo design di Microsoft Edge con un’interfaccia utente più elegante e migliorata, con un look più snello, forme arrotondate, nuove sezioni organizzate ed elementi visivi semitrasparenti; l’ampliamento delle possibilità offerte dalle funzionalità multimodali, con l’introduzione di nuove modalità per incorporare la ricerca visiva nella chat, in modo da poter caricare immagini e cercare contenuti correlati sul web.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 4