LA RICERCA

Intelligenza artificiale, mercato in crescita del 12,3% nonostante il Covid

Secondo i dati Idc i ricavi globali generati dall’AI ammonteranno alla fine dell’anno a 156 miliardi di dollari. Ma dopo la crisi globale toccheranno i 300 miliardi nel 2024

05 Ago 2020

A. S.

intelligenza-artificiale_579200824

L’emergenza coronavirus ha causato un rallentamento del mercato globale dell’Intelligenza artificiale, ma non gli ha impedito di rimanere in terreno positivo. Nel 2020 infatti i ricavi generati dal settore registreranno un +12,3% rispetto all’anno precedente, attestandosi a quota 156 miliardi di dollari. A stilare la previsione sono i ricercatori della società internazionale di analisi di mercato Idc, secondo cui la ripresa è in ogni caso destinata a diventare impetuosa nei prossimi mesi e nei prossimi anni, tanto da generare entro il 2024 un fatturato da 300 miliardi di dollari, quasi il doppio rispetto a quello attuale.

Analizzando più nel dettaglio le entrate emerge che circa l’80% deriva dalle applicazioni basate sull’AI che contribuiranno al totale, alla fine dell’anno, per 120,4 miliardi di dollari. Quanto alle piattaforme software, genereranno un fatturato vicino a 4,3 miliardi di dollari.

“Il ruolo delle applicazioni di AI nelle imprese è in rapida evoluzione – afferma Ritu Jyoti, analista che ha contribuito a stilare lo studio – Sta trasformando il modo in cui i clienti acquistano, i fornitori consegnano e i concorrenti competono. Le app basate sull’intelligenza artificiale – prosegue – continuano a essere all’avanguardia nelle iniziative di trasformazione digitale, guidando l’innovazione il miglioramento delle attività aziendali”. La seconda fonte di ricavi di questo mercato sono i servizi basati sull’AI, che nel 2020 genereranno 18,4 miliardi di dollari, il 13% in più rispetto all’anno precedente, l’80% dei quali nel settore IT. Infine l’hardware, che tra server e storage genera ricavi per 13,4 miliardi di dollari, con un +10,3% rispetto al 2019.

@RIPRODUZIONE RISERVATA