I DATI

Internet exchange point, Namex: +50% di traffico, oltre 200 reti connesse

L’Ixp del Centro-Sud chiude il 2022 con il +24% di ricavi. Il direttore generale, Maurizio Goretti: “Roma conferma la sua importanza come hub nazionale ed internazionale”. In programma iniziative per contrastare la crisi energetica

Pubblicato il 27 Mar 2023

Maurizio Goretti_Direttore generale Namex_2023

Si chiude con il botto il 2022 di Namex. L’Ixp dell’Italia centrale e meridionale fa sapere di aver superato il traguardo delle 200 reti connesse, che si traduce in un incremento percentuale del 15% nel corso dell’ultimo anno rispetto al precedente. Registrato, inoltre, un incremento del traffico gestito di oltre il 50% per il secondo anno di fila, dato che si aggiunge all’ottimo risultato delle interconnessioni private, anch’esse aumentate (+19%), superando il numero di mille Private network interconnects (Pni).

Il 2022 ha visto anche l’apertura del secondo Ixp regionale di Namex. È stato infatti inaugurato il punto di interscambio internet di Napoli, il primo della città, fondamentale per permettere ai provider di servire al meglio tutta l’area metropolitana, densamente popolata. Aperto nel 2021, Namex Bari ha raggiunto, nel corso del 2022, 12 reti collegate, superando i 3 Gbps di picco di traffico.

Investimenti, ma anche cautela per la crisi energetica

“I risultati raggiunti da Namex nel 2022 sono davvero importanti. Roma conferma la sua crescente importanza come hub Internet nazionale ed internazionale. Crediamo fermamente che sia un segno molto positivo che un consorzio no-profit continui a crescere a questi ritmi. Lo scorso anno il nostro fatturato è cresciuto del 24%, confermando il trend positivo del trienno precedente”, afferma Maurizio Goretti, direttore generale di Namex. “Stiamo attraversando un periodo particolare per il nostro settore, con grandi investimenti ma anche una certa cautela dovuta in particolare alla crisi energetica innescatasi lo scorso anno. In qualità di Consorzio member-based, Namex farà la sua parte e supporterà i suoi afferenti reinvestendo parte dei proventi dello scorso anno in iniziative tangibili”.

Per esempio, per il tutto il 2023 Namex offrirà gratuitamente 1 Gbps di peering a tutti gli operatori presenti nel suo punto di interscambio. L’obiettivo di questa iniziativa è supportare i membri del Consorzio per facilitare i loro upgrade infrastrutturali e migliorare più agevolmente l’interconnessione.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 4