L'INDAGINE

Internet, gli italiani online un terzo della vita fra lavoro, streaming e social

Il nostro Paese sesto nella classifica elaborata da NordVpn: prima di noi Taiwan, Corea del Sud, Messico, Brasile e Hong Kong. Le lunghe ore trascorse sul web fanno proliferare le informazioni personali condivise e aumenta il rischio di diventare vittime di hacker e malintenzionati

Pubblicato il 05 Dic 2022

Immagine2
Gli italiani passano oltre un terzo della propria vita online, per la precisione 30 anni, 5 mesi e 19 giorni:  è quanto emerge da un’indagine condotta da NordVpn, su un campione tra i 18 e i 64 anni. L’indagine mostra come l’Italia sia sesta in questa particolare classifica sul tempo trascorso online, superata solo da Taiwan, Corea del Sud, Messico, Brasile ed Hong Kong, che in media passano online fino a 44 anni della propria esistenza.

Come viene speso il tempo online dagli italiani

Secondo NordVpn, un terzo del tempo trascorso dagli italiani online – 21 ore su 61 – è dedicato al lavoro, mentre il restante se ne va soprattutto per altre attività online, tra le quali spicca lo streaming tv (su piattaforme come Netflix, Disney+ o Prime video), a cui nel Belpaese si dedicano in media 7 ore e 44 minuti ogni settimana, oppure i social media, sui cui si trascorrono 7 ore e 14 minuti. 
 
Altre 4 ore e 44 minuti a settimana sono dedicate alla visione di video, ad esempio su YouTube, mentre 4 ore e 38 minuti sono passate ad ascoltare musica su Spotify, Apple Music, SoundCloud e piattaforme simili. Oltre a ciò, 3 ore e 16 minuti a settimana vengono spese per la ricerca, 2 ore e 26 minuti per l’e-commerce e altre 2 ore e 13 minuti per servizi amministrativi e di online banking. In media, gli italiani si connettono alle 8:47 e si disconnettono attorno alle 21:53.

Più tempo trascorso online, più rischi di sicurezza informatica

Il tempo trascorso online non è però un indicatore necessariamente neutrale ma può anche far luce su alcune criticità legate alla sicurezza informatica: l’indagine mostra infatti che più della metà degli italiani (55%) si affida quotidianamente a Internet, e il 31% fa affidamento sulla rete per la maggior parte dei propri hobby. Tale dipendenza induce gli utenti a condividere molte delle proprie informazioni sensibili. Tra i dettagli maggiormente divulgati a livello pubblico vi sono nomi e cognomi (80,5%), date di nascita (77%), indirizzi completi (63%), titoli professionali (42%), codici fiscali (38%), Mi piace e Non mi piace (30%) e situazione sentimentale (22%). Inoltre, un italiano su cinque ha rivelato pubblicamente la propria taglia di abbigliamento (21%) o le coordinate bancarie (19%), e alla domanda: “A cosa rinunceresti in cambio della cancellazione definitiva delle tue informazioni personali da Internet?”, gli italiani hanno risposto: videogiochi (28%), alcolici (27%) o dolci (17%).
 
“La maggior parte di noi cerca di facilitare e arricchire la propria vita quotidiana con una serie di piattaforme e servizi online, ma quasi nessuno pensa alla sicurezza online e alla privacy dei dati forniti da app e siti web. Le lunghe ore trascorse su Internet non fanno altro che indicare l’aumento del rischio di diventare vittime di criminali informatici: le attuali circostanze globali li rendono ancora più attivi”, ha commentato Daniel Markuson, esperto di privacy digitale di NordVpn.

La app di NordVpn tradotta per gli utenti italiani

Nel frattempo, proprio NordVpn ha annunciato una importante novità: l’ultimo aggiornamento della sua app fornirà agli utenti italiani una esperienza integralmente localizzata, e nuovi sviluppi della funzione Meshnet, che potrà essere utilizzata tramite Android tv e durante il sideload su sistemi iOS, approfittando di una maggiore flessibilità nella creazione dei propri server Vpn. “Con questo aggiornamento, vogliamo che gli utenti italiani vivano la migliore esperienza possibile con tutte le nostre ultime funzionalità, incluso Meshnet. L’esigenza di soluzioni di sicurezza informatica facili da usare in Italia sta aumentando e siamo lieti di offrire il miglior servizio possibile”, ha affermato Cristian Gianni, Country Manager Italia di NordVpn. Le app NordVpn per Android, iOS, macOS e Windows sono, quindi, ora disponibili in italiano. L’aggiornamento agevolerà l’esperienza su dispositivi fissi e portatili per chiunque stia già utilizzando interfacce in italiano o desideri passarvi dall’inglese. In passato, le app NordVpn erano disponibili in inglese, tedesco, francese, spagnolo, giapponese e cinese.
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 5