Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Internet “green”, in pole position l’Università di Pisa

Il Gruppo di ricerca in Reti di telecomunicazioni dell’ateneo toscano avvia un progetto di ricerca per la riduzione del consumo energetico di server e reti fisse e mobili

27 Lug 2011

Trovare sistemi per far inquinare meno le comunicazioni in
Internet. La rete, infatti, inquina: i server di un data center,
infatti, producono inquinamento paragonabile a quello di un Suv e
che l'impatto sulla produzione mondiale di CO2 da parte di
servizi e apparati del settore dell'Information and
Communication Technology nel 2007 è stato stimato al 2%,
percentuale che corrisponde a un valore assoluto di produzione di
CO2 pari a circa 0,8 miliardi di tonnellate.

Con l'obiettivo di affrontare tali problemi, alcuni ricercatori
del Gruppo di ricerca in Reti di telecomunicazioni del dipartimento
di Ingegneria dell'informazione dell'Università di Pisa
hanno focalizzato le proprie attività di ricerca proprio nella
riduzione del consumo energetico nel settore dell'Ict e in
particolare nell'area di ricerca relativa alle reti di
telecomunicazioni fisse e mobili.

Il lavoro consiste in un'intensa attività sperimentale
condotta nei laboratori di ricerca in Reti di telecomunicazioni del
dipartimento rivolta allo studio del consumo energetico di apparati
di rete (commerciali e prototipali) al variare delle condizioni del
loro lavoro.

L'obiettivo è l'ottimizzazione delle risorse e del consumo
energetico a partire dalla conoscenza delle condizioni di carico di
traffico. In questo scenario, il lavoro svolto dal gruppo di
ricercatori pisani si caratterizza per differenti aspetti
fondamentali, tra i quali quello di curare il tema
dell'instradamento ottimo del traffico in rete considerando
congiuntamente il problema della riduzione del consumo energetico.