Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

NO PROFIT

Intesa Sanpaolo, sprint sul social lending: 100 progetti finanziati con “Terzovalore.com”

La piattaforma di Banca Prossima, istituto del gruppo, specializzata nel Terzo Settore ha finanziato iniziative per complessivi 10 milioni di euro. L’Ad Morganti: “Una soluzione vincente sia sul piano finanziario che sociale”

15 Giu 2018

F. Me

Cresce il social lending del Gruppo Intesa Sanpaolo. Terzovalore.com, la piattaforma web di social lending di Banca Prossima(Gruppo Intesa Sanpaolo), ha finanziato il centesimo progetto raggiungendo così quota 10 milioni di euro prestati dall’avvio nel 2011. L’annuncio è stato dato oggi in occasione della conferenza “Social aims of finance. Exploring alternative business forms for durable financial services”, promosso dalla Compagnia di San Paolo presso il Collegio Carlo Alberto a Torino.

La piattaforma di Banca Prossima, banca specializzata nel Terzo Settore, permette di raccogliere denaro in prestito a tassi  favorevoli per la realizzazione di un progetto, come la trasformazione di un oratorio, la costruzione di una piscina o di un’ala di una scuola.

Il meccanismo è semplice: Banca Prossima concede il finanziamento consentendo a chi lo riceve di coinvolgere prestatori privati a condizioni molto migliori di quelle di mercato o addirittura a tasso nullo. Accettando di ridurre il prestito, la banca offre al “cittadino banchiere” una garanzia completa sul capitale.

Si tratta quindi di una soluzione vincente sia per il cittadino, che sperimenta una forma nuova di sostegno, sia per il nonprofit, che ottiene denaro a condizioni molto migliori di quelle di mercato. L’esperienza di 100 progetti finanziati dimostra che il cittadino – affrancato dal rischio – decide quasi sempre di prestare a tasso zero, massimizzando il vantaggio per l’organizzazione nonprofit e rafforzando il legame comunitario con essa.

“Terzovalore è una soluzione che fa bene a tutti sia sul piano finanziario sia su quello comunitario, cementando la relazione fra un’organizzazione di terzo settore e la società – spiega Marco Morganti, amministratore delegato di Banca Prossima – Questo legame fiduciario è il vero ‘Terzo valore’ dell’economia sociale; noi di Banca Prossima cerchiamo di tenerne conto e di basare sempre più su di esso la concessione del credito. Nel grande cambiamento che attende il welfare italiano sarà questo l’elemento abilitante. Formule di prestito spontaneo esistono, ma l’intervento di Banca Prossima e di Intesa Sanpaolo offre massima tutela, trasparenza e rispetto pieno delle regole vigenti”.

La 100esima raccolta di finanziamenti ha permesso l’acquisizione di CasaTo, un edificio del quartiere Barca a Torino, da parte della cooperativa Arcobaleno. Con il finanziamento l’immobile sarà acquistato, ristrutturato e destinato ai lavoratori soci secondo i principi del social housing.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5